X

Tempo di lettura 2 Minuti

L’Italia è ancora lontana dal raggiungere il traguardo del contagio zero anche se la principale preoccupazione proviene dalla Lombardia seguita, ma a grande distanza, da Piemonte ed Emilia Romagna. Nell’ambito del monitoraggio sanitario relativo alla diffusione del Coronavirus, ad oggi, infatti, secondo i dati resi noti dalla Protezione civile nel bollettino quotidiano sull’andamento della Pandemia, il totale delle persone che hanno contratto il virus è salito a 238.275, con un aumento rispetto a ieri di 262 nuovi casi di cui ben 165 provengono dalla Lombardia che continua a rappresentare una fonte di preoccupazione per la costante presenza di nuovi contagi in numero comunque significativo.

Da evidenziare che la Regione Calabria ha effettuato un ricalcolo dei casi totali, sottraendo un errato positivo (LEGGI LA NOTIZIA) e che la Provincia Autonoma di Bolzano ha aggiunto due casi totali, ovvero due persone che hanno contratto il virus e risultano già guarite, sino ad oggi non conteggiate.

Il numero totale di attualmente positivi, ossia di coloro che sono ad oggi malati di coronavirus covid-19, è di 21.212, con una diminuzione di 331 assistiti rispetto a ieri. Tra gli attualmente positivi, 152 sono in cura presso le terapie intensive, con una riduzione di 9 pazienti rispetto a ieri. Sono 2.474 le persone ricoverate con sintomi, con un calo di 158 pazienti rispetto a ieri, mentre 18.586 persone, pari all’88% degli attualmente positivi, sono in isolamento senza sintomi o con sintomi lievi.

Rispetto a ieri i deceduti sono 49 e portano il totale a 34.610. Il numero complessivo dei dimessi e guariti sale invece a 182.453, con un aumento di 546 persone rispetto a ieri.

Nel dettaglio, i casi attualmente positivi sono 13.911 in Lombardia +(165), 2.088 in Piemonte (+27), 1.207 in Emilia-Romagna (+28), 575 in Veneto (+3), 414 in Toscana (+2), 250 in Liguria (+10), 987 nel Lazio (+14), 539 nelle Marche (0), 125 in Campania (0), 220 in Puglia (+5), 51 nella Provincia autonoma di Trento (0), 140 in Sicilia (0), 83 in Friuli Venezia Giulia (+1), 404 in Abruzzo (+1), 76 nella Provincia autonoma di Bolzano (0), 17 in Umbria (0), 28 in Sardegna (+1), 6 in Valle d’Aosta (+2), 30 in Calabria (+3), 53 in Molise (0) e 8 in Basilicata (0).

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares