X
<
>

Condividi:

ROMA – Sono 11.831 i nuovi casi di Coronavirus in Italia secondo i dati del Ministero della Salute – Istituto Superiore di Sanità, a fronte di 67.174 tamponi effettuati su un totale di 26.823.305 da inizio emergenza.

Il tasso di positività è schizzato al 17,6%, un valore altissimo rispetto ai giorni precedenti che desta forte preoccupazione soprattutto in vista della prossima riapertura delle scuole oltre che per il fatto che fra pochi giorni scadranno le restrizioni imposte per le festività.

Risalgono anche i saldi dei ricoverati nei reparti Covid, +142, e delle terapie intensive, +16. Cala, invece, il numero dei morti, che torna sotto quota 400 dopo diversi giorni.

Nelle ultime 24 ore, infatti, sono stati 364 i decessi, per un totale di 74.985 vittime. Con quelli di oggi diventano 2.141.201 i casi totali di Covid rilevati in Italia, mentre gli attualmente i positivi sono 577.062,

Di queste 551.545 sono le persone contagiate e poste in isolamento domiciliare.

I ricoverati in ospedale con sintomi, invece, sono 22.948, di cui 2.569 in terapia intensiva. I dimessi/guariti sono 1.489.154.

CORONAVIRUS, LA MAPPA DEL CONTAGIO IN ITALIA

La regione con il maggior numero di nuovi casi è il Veneto (3.165), seguita da Emilia Romagna (2.035), Lombardia (1.402), Lazio (1.275) e Sicilia (734).

Il confronto con i dati di una settimana fa dimostra un andamento crescente dell’epidemia di coronavirus, che come ha segnalato anche l’Iss sembra abbia ripreso vigore, anche se al momento in modo lieve.

Rispetto a sabato scorso, 26 dicembre, in Italia ci sono stati più casi (11.831 contro 10.431), più decessi (364 contro 268), più ricoveri (126 contro -90) e un’incidenza maggiore di 5 punti percentuali (17,61% contro 12,79%).

In base alle medie mobili settimanali, in Italia negli ultimi 7 giorni ci sono stati 14.631 casi in media al giorno, 245 unità e il 2% in più rispetto a una settimana fa. I decessi sono stati in media 480 ogni giorno, con un incremento medio di 26 e del 6%.

Resta negativo il saldo medio delle terapie intensive, con -2 ricoverati al giorno, che però vede un incremento medio di 27 unità rispetto alla settimana precedente. Tutto questo con 22.501 tamponi in media al giorno in meno rispetto a una settimana fa, una riduzione del 16%.


La qualità dell'informazione è un bene assoluto, che richiede impegno, dedizione, sacrificio. Il Quotidiano del Sud è il prodotto di questo tipo di lavoro corale che ci assorbe ogni giorno con il massimo di passione e di competenza possibili.
Abbiamo un bene prezioso che difendiamo ogni giorno e che ogni giorno voi potete verificare. Questo bene prezioso si chiama libertà. Abbiamo una bandiera che non intendiamo ammainare. Questa bandiera è quella di un Mezzogiorno mai supino che reclama i diritti calpestati ma conosce e adempie ai suoi doveri.  
Contiamo su di voi per preservare questa voce libera che vuole essere la bandiera del Mezzogiorno. Che è la bandiera dell’Italia riunita.
ABBONATI AL QUOTIDIANO DEL SUD CLICCANDO QUI.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA