X
<
>

I danni del maltempo in Calabria

Tempo di lettura 2 Minuti

Mentre un vasto campo di alta pressione torna a conquistare gran parte dell’Europa, Italia compresa, un vortice ciclonico sull’Africa settentrionale continuerà a influenzare negativamente il tempo sulla Calabria e sulla Sicilia: su queste due regioni sono attese ancora piogge, anche forti. Se al Centro-Nord – prevede il team del sito ‘www.iLMeteo.it’ – l’anticiclone garantirà giornate asciutte, soleggiate e piuttosto fredde di notte, al Sud, in particolare su Calabria ionica e Sicilia, continuerà a piovere almeno fino a mercoledì. Le precipitazioni potranno risultare a tratti forti sui settori ionici di entrambe le regioni, ma martedì anche su gran parte della Sicilia.

Da mercoledì e poi, soprattutto, giovedì torneranno le nebbie sulla pianura Padana. Le temperature si terranno molto basse di notte, soprattutto al Nord dove in pianura si potranno avere estese brinate. Di giorno sono previste in aumento al Centro-Sud e sulle vallate alpine con valori superiori ai 15°C.

Il tempo subirà un importante peggioramento a partire da venerdì 27 quando un vortice ciclonico dalla Spagna raggiungerà l’Italia dando l’avvio a una nuova fase di maltempo su gran parte del Paese.

Queste le previsioni nel dettaglio.

Lunedì 23: al Nord gelate estese ma bel tempo prevalente, al Centro poco nuvoloso, al Sud piogge su Calabria ionica e coste orientali e meridionali della Sicilia, più asciutto altrove.

Martedì 24: al Nord cielo poco nuvoloso, al Centro molto nuvoloso con nebbie sulle valli appenniniche, al Sud piogge e temporali in Sicilia e sulla Calabria meridionale.

Mercoledì 25: al Nord torna qualche nebbia ma cielo sereno, al Centro poco nuvoloso, al Sud piogge sul Reggino e sulla Sicilia.

Giovedì, nebbie più diffuse al Nord, più sole altrove.

Da venerdì piogge in estensione a tutte le regioni.


La qualità dell'informazione è un bene assoluto, che richiede impegno, dedizione, sacrificio. Il Quotidiano del Sud è il prodotto di questo tipo di lavoro corale che ci assorbe ogni giorno con il massimo di passione e di competenza possibili.
Abbiamo un bene prezioso che difendiamo ogni giorno e che ogni giorno voi potete verificare. Questo bene prezioso si chiama libertà. Abbiamo una bandiera che non intendiamo ammainare. Questa bandiera è quella di un Mezzogiorno mai supino che reclama i diritti calpestati ma conosce e adempie ai suoi doveri.  
Contiamo su di voi per preservare questa voce libera che vuole essere la bandiera del Mezzogiorno. Che è la bandiera dell’Italia riunita.
ABBONATI AL QUOTIDIANO DEL SUD CLICCANDO QUI.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA