X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

NAPOLI – Il Napoli viene battuto per 2-1 dallo Spezia nella prima gara casalinga del 2021. Al “Diego Armando Maradona”, i partenopei dominano nel primo tempo, senza riuscire a trovare la via del gol. Le reti sono tutte nella ripresa quando arriva il vantaggio di Petagna prima del rigore realizzato da Nzola.

Nel finale Pobega fissa lo score sul 2-1 in favore dei liguri e condanna Gattuso a una sconfitta bruciante, la terza casalinga in questo torneo.

In avvio si gioca in una sola metà campo. La prima chance arriva dopo neanche un minuto e ce l’ha sui piedi Insigne che mette a lato. Il capitano dei partenopei è il vero e proprio faro offensivo dei padroni di casa con ben otto conclusioni verso lo specchio nel primo tempo.

Le occasioni più ghiotte della prima metà di gara arrivano al 12′ – con un triplice tentativo salvato miracolosamente dallo Spezia – e al 26′ quando il pallone varca la linea dopo il tiro di Lozano, ma l’arbitro Mariani ferma tutto per una posizione di offside. Italiano inserisce Pobega e Gyasi a inizio ripresa per provare a creare qualcosa in avanti.

Entra Petagna, subito al centro del gioco, e 54′ si fa respingere da Provedel una conclusione a botta sicura. Lo stesso Petagna sblocca la contesa al 58′:

Di Lorenzo crossa e l’ex Spal anticipa da grande attaccante per l’1-0. Ci pensa Fabian Ruiz a rimettere in corsa gli ospiti con un colpo ingenuo a Pobega in area: nessun dubbio per il direttore di gara che assegna il penalty su cui va con freddezza Nzola al 68′.

I liguri prendono coraggio e trovano un clamoroso vantaggio al minuto 82: Pobega insacca dopo il palo colpito da Nzola. Elmas ha la chance per il pari a ridosso del 90′ ma calcia alto da pochi passi e il Napoli subisce uno dei ko più beffardi degli ultimi anni.

In collaborazione con Italpress

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares