X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

ROMA – “Ci auguriamo che il Superbonus 110%, una misura ideata e resa concreta dal Movimento 5 Stelle, occasione di crescita e sostenibilità ambientale per il Paese, non venga depotenziata nella prossima, imminente, Legge di bilancio”.

Lo affermano in una nota i parlamentari del Movimento 5 Stelle Anna Laura Orrico, Laura Ferrara, Elisa Scutellà, Giuseppe Fabio Auddino, Massimo Misiti, Alessandro Melicchio, Riccardo Tucci.

“Comprendiamo – dicono i portavoce pentastellati – che il testo del Documento Programmatico di Bilancio presentato dal Ministro dell’Economia Franco rappresenti una cornice rispetto alla quale serviranno degli aggiustamenti ed i lavori del Parlamento per raggiungere un equilibrio politico e finanziario, tuttavia, i dati sulla bontà della misura parlano chiaro e sarebbe un controsenso disarticolarla”.

“I numeri ricordati a riguardo dal presidente Conte che si riferiscono allo studio del Cni e che vedono un Superbonus che contribuisce alla formazione di 12 miliardi di Pil e all’attivazione di 153mila posti di lavoro raccontano di un provvedimento trainante verso il settore e, soprattutto, verso la transizione ecologica. In Calabria – prosegue la nota – proprio negli ultimi mesi aveva finalmente iniziato a decollare se è vero che, come sostenuto dall’Ance Calabria, la nostra regione si collocava al decimo posto per numero di interventi rispetto a tutto il territorio nazionale. Inoltre, ad esempio, riservare il Superbonus, come pare in prima battuta, solo ai condomini andrebbe a penalizzare comuni piccoli e medi che rappresentano la nervatura della nostra regione. Basti pensare ai borghi sparsi per il territorio, spesso abbandonati, che avrebbero potuto beneficiare enormemente di questo strumento”.

“Il tempo – concludono i parlamentari del M5S – per fare di più e meglio c’è, quindi siamo fiduciosi che la misura venga prorogata per come è stata pensata originariamente e siamo al contempo, ovviamente, disponibili a lavorarvi con dedizione in Parlamento”.


La qualità dell'informazione è un bene assoluto, che richiede impegno, dedizione, sacrificio. Il Quotidiano del Sud è il prodotto di questo tipo di lavoro corale che ci assorbe ogni giorno con il massimo di passione e di competenza possibili.
Abbiamo un bene prezioso che difendiamo ogni giorno e che ogni giorno voi potete verificare. Questo bene prezioso si chiama libertà. Abbiamo una bandiera che non intendiamo ammainare. Questa bandiera è quella di un Mezzogiorno mai supino che reclama i diritti calpestati ma conosce e adempie ai suoi doveri.  
Contiamo su di voi per preservare questa voce libera che vuole essere la bandiera del Mezzogiorno. Che è la bandiera dell’Italia riunita.
ABBONATI AL QUOTIDIANO DEL SUD CLICCANDO QUI.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA