X
<
>

Tempo di lettura 3 Minuti

Cosa prevede l’avviso e come partecipare all’iniziativa

La Regione Calabria ha pubblicato l’avviso denominato “Iniziative trasversali volte a rafforzare il legame cultura ed identità”. L’intervento, in attuazione del programma annuale del Fondo unico per la cultura, è finalizzato al sostegno di iniziative di carattere trasversale volte:
1) a esaltare le tradizioni locali nell’arte, nella cultura, nell’artigianato artistico, negli usi e costumi per valorizzare il capitale culturale, sociale e relazionale delle comunità che possa favorire, nel contempo, un turismo interno consapevole e autentico;
2) a rafforzare il patrimonio culturale delle identità linguistiche, attraverso il trasferimento della lingua dalle vecchie alle giovani generazioni.

I soggetti beneficiari

Possono presentare istanza di partecipazione all’iniziativa i seguenti soggetti:
a) enti pubblici;
b) associazioni e fondazioni culturali;
c) imprese e società cooperative che svolgono attività culturale.
I soggetti beneficiari devono avere sede nel territorio regionale, non essere stati dichiarati gravemente inadempienti per inosservanza degli obblighi contrattuali, a seguito della concessione di una sovvenzione a carico del bilancio comunitario, nazionale o regionale e aver rendicontato eventuali progetti a valere sul fondo unico per la cultura relativo ad annualità precedenti.

La dotazione finanziaria

Le risorse finanziarie a disposizione per la realizzazione delle attività ammontano complessivamente a 300 mila euro.

Tipologia di attività e spese ammesse

L’avviso sostiene la realizzazione di eventi, manifestazioni culturali e artistiche, convegni e seminari che promuovono il legame tra cultura e identità.
Le attività potranno essere realizzate nel periodo compreso tra il giorno della presentazione della domanda di ammissione e sino alla data del 28 febbraio 2021. Sono ammesse a finanziamento le spese relative a:
a) i costi operativi collegati direttamente al progetto o all’attività culturale, quali la locazione o l’affitto di immobili e centri culturali, le spese di viaggio, l’acquisto di libri e audiovisivi, i materiali e le forniture con attinenza diretta al progetto o all’attività culturale, i costi di promozione e i costi direttamente imputabili al progetto o all’attività;
b) le spese relative al personale impiegato nell’istituzione culturale o nel sito del patrimonio o per un progetto;
c) i costi dei servizi di consulenza e di progettazione degli eventi, direzione artistica, direzione tecnico-organizzativa, i costi per l’accesso a opere protette dal diritto d’autore e ad altri contenuti protetti da diritti di proprietà intellettuale, saranno riconosciuti nel limite massimo del 15% rispetto al costo complessivo.
d) i costi per comunicazione e pubblicità del progetto, dentro e fuori Regione, anche attraverso la stipula di partenariati, scambi culturali in Italia e all’estero.

Selezione e contributo concedibile

Le proposte progettuali saranno istruite e valutate da un gruppo di lavoro interno all’amministrazione che provvederà alla verifica di ammissibilità e alla valutazione di merito, determinando il contributo regionale alle spese di realizzazione. Il contributo è concesso nella misura massima dell’80% delle spese ammissibili sostenute per la realizzazione dell’intervento.

I proponenti, se privati, dovranno garantire e dimostrare compiutamente, pena la non ammissibilità al finanziamento, la copertura finanziaria della parte delle spese non coperte dal contributo pubblico, attraverso il ricorso a risorse proprie , ad altre fonti di finanziamento o a incassi e proventi derivanti dalla vendita di biglietti o abbonamenti.

Tutte le proposte candidate potranno essere finanziate dalla Regione Calabria entro il limite massimo di 20 mila euro.

Presentazione dei progetti e scadenza

La domanda di partecipazione deve essere inviata, pena l’esclusione, al dipartimento istruzione e attività culturali della Regione entro le ore 12 del 20 ottobre 2020 tramite pec all’indirizzo [email protected] L’istanza, completa della documentazione prevista e relativi allegati, dovrà essere trasmessa, in formato pdf per un massimo di 100 megabyte, onde evitare la possibile esclusione automatica della proposta. Non saranno accettate domande tramite l’invio di link. Il documento pdf deve essere visibile come allegato alla pec.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares