X
<
>

La sede della Regione Calabria

Tempo di lettura 3 Minuti

Cosa prevede l’avviso e come ottenere i contributi

La Regione Calabria ha pubblicato l’avviso per la concessione di contributi a fondo perduto ai gestori degli impianti termali del territorio. L’iniziativa, in particolare, si prefigge di sostenere il comparto per consolidare il “turismo benessere e salute” che può rappresentare un importante volano di diversificazione dell’offerta turistica regionale.

Le diverse forme di aiuto

L’intervento persegue due finalità:
a) contribuire alla riduzione delle perdite delle imprese del settore causate dall’emergenza sanitaria;
b) promuovere l’aggregazione delle aziende in associazioni temporanee di scopo (Ats), sia in funzione di una maggiore “massa critica d’offerta” che in termini di economie derivanti dalla condivisione delle iniziative per rilanciare il sistema di offerta turistica con campagne di promozione e comunicazione.

I soggetti beneficiari

Possono presentare la domanda:
1) nel caso di aiuti finalizzati a soddisfare il fabbisogno di liquidità determinato dalla pandemia, le imprese che gestiscono impianti termali operanti in Calabria;
2) nel caso del sostegno finalizzato alla realizzazione di iniziative di promozione e comunicazione, le imprese che gestiscono impianti termali sul territorio in forma di associazione temporanea di scopo. L’Ats deve essere composta da almeno 4 beneficiari e l’atto costitutivo pubblico deve prevedere espressamente:
a) l’indicazione di uno dei partner quale soggetto capofila;
b) la responsabilità solidale di tutti i partecipanti nei confronti della Regione, per quanto riguarda l’esecuzione del progetto, per tutta la durata del procedimento di controllo e pagamento;
c) l’indicazione del ruolo di ciascun partner nella realizzazione del progetto.
L’impresa capofila deve inoltre essere autorizzata a coordinare la predisposizione di tutta la documentazione richiesta e curarne la trasmissione, organizzare le attività di rendicontazione e i flussi verso la Regione.

La dotazione finanziaria

I fondi stanziati per l’intervento ammontano complessivamente a 1,4 milioni di euro di cui 1 milione destinato al fabbisogno di liquidità e 400 mila euro per le iniziative di comunicazione e promozione.

Forma e intensità del contributo

Gli aiuti sono concessi, nella forma di contributo a fondo perduto. Il sostegno economico concedibile per soddisfare il fabbisogno di liquidità causato dalla pandemia è determinato come segue:
a) in misura della perdita di fatturato dal 1° gennaio 2020 fino al 30 giugno 2021 rispetto al periodo compreso tra il 1° gennaio e il 31 dicembre dell’anno 2019;
b) l’importo massimo dell’aiuto concedibile è comunque limitato per classi di fatturato e varia da 200 mila euro a 275 mila euro. Questi importi sono ridotti del 50% per i soggetti gestori che non sono accreditati al servizio sanitario per l’erogazione di prestazioni termali. L’aiuto per la realizzazione di iniziative di promozione e comunicazione, invece, è concesso nella misura massima del 100% delle spese ritenute ammissibili.

Possibilità di cumulo

Il contributo erogato per soddisfare il fabbisogno di liquidità può essere cumulato con altri aiuti mentre quello ricevuto per le iniziative di promozione non è cumulabile con altri finanziamenti pubblici, nazionali, regionali o comunitari, per le stesse spese ammissibili.

Presentazione delle domande

Le domande devono essere compilate secondo il modulo allegato all’avviso reperibile sui siti internet www.regione.calabria.it e https://calabriaeuropa.regione.calabria.it/website. Il modulo, compilato in ciascuna delle parti di cui si compone, deve essere firmato digitalmente dal legale rappresentante del soggetto richiedente. Le istanze, unitamente ai documenti richiesti, devono essere inviate utilizzando la piattaforma informatica che sarà resa disponibile e secondo le modalità tecniche che saranno pubblicate.

Il termine di scadenza

Le richieste possono essere presentate a decorrere dalle ore 10 del 20 ottobre 2021 e fino alle ore 18 del 27 ottobre 2021. Tutte le istanze trasmesse al di fuori di questo lasso temporale saranno considerate irricevibili e pertanto non accettate.


La qualità dell'informazione è un bene assoluto, che richiede impegno, dedizione, sacrificio. Il Quotidiano del Sud è il prodotto di questo tipo di lavoro corale che ci assorbe ogni giorno con il massimo di passione e di competenza possibili.
Abbiamo un bene prezioso che difendiamo ogni giorno e che ogni giorno voi potete verificare. Questo bene prezioso si chiama libertà. Abbiamo una bandiera che non intendiamo ammainare. Questa bandiera è quella di un Mezzogiorno mai supino che reclama i diritti calpestati ma conosce e adempie ai suoi doveri.  
Contiamo su di voi per preservare questa voce libera che vuole essere la bandiera del Mezzogiorno. Che è la bandiera dell’Italia riunita.
ABBONATI AL QUOTIDIANO DEL SUD CLICCANDO QUI.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA