X
<
>

Tempo di lettura 3 Minuti

Cosa prevede il l’avviso e come usufruire del beneficio

La Regione Calabria ha pubblicato l’avviso per la concessione di contributi a fondo perduto alle agenzie di viaggi e turismo e tour operator del territorio. L’operazione si inserisce nel più ampio quadro di strumenti messi in atto per fronteggiare la crisi dell’intero comparto turistico. Come riportato da uno studio Cerved del mese di marzo 2020 gli alberghi perderebbero quasi tre quarti dei propri ricavi nell’anno in corso (-73,3%) mentre le agenzie di viaggi e le strutture extra alberghiere quasi due terzi.

L’obiettivo dell’intervento

Con questa iniziativa l’amministrazione si pone l’obiettivo di sostenere le agenzie di viaggio e turismo e i tour operator operanti sul territorio regionale che hanno subito gli effetti dell’emergenza sanitaria attraverso un sostegno alla liquidità. In particolare l’intervento prevede la concessione di un aiuto sotto forma di contributo a fondo perduto una tantum sulla base di una procedura automatica.

La dotazione finanziaria

La dotazione finanziaria complessiva per le operazioni selezionate con il presente avviso è pari a 1,5 milioni di euro. Le risorse potranno inoltre essere integrate mediante eventuali dotazioni aggiuntive nel rispetto delle caratteristiche ed entità dell’aiuto, al fine di aumentare l’efficacia dell’intervento finanziario, tramite apposito provvedimento.

Destinatari dell’avviso e requisiti

Possono presentare domanda di finanziamento le pmi esercenti l’attività di agenzia di viaggi e i tour operator, che hanno registrato un fatturato superiore a 150 mila euro nel corso dell’anno solare 2019 e che hanno subito gli effetti dell’emergenza sanitaria, anche a seguito della sospensione dell’attività economica disposte dal Governo nazionale e regionale.
I soggetti interessati possono presentare una sola domanda di contributo e devono possedere i seguenti requisiti;
a) esercitare l’attività di agenzia di viaggi o tour operator;
b) non aver commesso violazioni gravi, definitivamente accertate, relativamente al pagamento delle imposte e tasse o dei contributi previdenziali e assistenziali a favore dei lavoratori (Durc) ;
c) attestare l’insussistenza di cause di decadenza, sospensione, divieto o di tentativo di infiltrazione mafiosa;
d) possedere la capacità di contrarre con la pubblica amministrazione;
e) possedere la capacità economico-finanziaria, operativa e amministrativa;
f) avere sede operativa o unità produttiva locale destinataria dell’intervento nel territorio della Regione Calabria;
g) essere regolarmente iscritto nel registro delle imprese della Camera di commercio territorialmente competente;
h) non trovarsi in una delle condizioni di difficoltà e non avere riportato condanne penali.

Forma e intensità del contributo

L’aiuto è concesso nella forma di contributo a fondo perduto una tantum variabile per fasce di fatturato, come segue:
1) 4 mila euro se il fatturato è compreso tra 150 mila e 300 mila euro;
2) 6 mila euro se il fatturato va da 300 mila e 500 mila euro;
3) 12 mila euro per le imprese con un fatturato superiore a 500 mila euro.
L’aiuto concedibile non eccede comunque l’importo delle reali perdite di fatturato, certificate da un professionista abilitato e calcolate attraverso il confronto tra il volume di fatturato relativo al periodo compreso tra il 1° gennaio 2020 e il 31 agosto 2020 e quello riferibile allo stesso periodo dell’anno 2019.

Presentazione della domanda

Le domande dovranno essere compilate direttamente sulla piattaforma informatica denominata “Viaggia Calabria”, secondo le istruzioni e le procedure pubblicate sul portale istituzionale Calabria Europa calabriaeuropa.regione.calabria.it, nelle pagine relative all’operazione. Il modulo di domanda, compilato tassativamente in ciascuna delle parti di cui si compone, deve essere firmato dal legale rappresentante del soggetto richiedente il contributo. La domanda è resa nella forma dell’autocertificazione.

La scadenza del termine

Lo sportello per l’inserimento delle domande aprirà giorno 4 settembre 2020 alle 10 e chiuderà il giorno 11 settembre 2020 alle ore 18. Gli aiuti saranno concessi alle imprese in base all’ordine cronologico di ricevimento delle istanze.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares