X
<
>

La cittadella regionale sede della Regione Calabria

Tempo di lettura 3 Minuti

Cosa prevede l’avviso e come usufruire dei contributi

La Regione Calabria ha pubblicato l’avviso per la concessione di contributi a fondo perduto alle imprese di noleggio con conducente.

In particolare l’intervento, denominato “Accogli Calabria Ncc” intende sostenere le imprese esercenti l’attività di servizi turistici mediante noleggio di mezzi di trasporto con conducente (Ncc) operanti sul territorio regionale che hanno subito gli effetti dell’emergenza sanitaria, anche a seguito della sospensione dell’attività economica disposta dal Governo o dalla Regione, attraverso un sostegno alla liquidità.

L’aiuto è erogato sotto forma di contributo a fondo perduto una tantum sulla base di una procedura automatica.

La dotazione finanziaria

I fondi stanziati per l’intervento ammontano complessivamente a 1,6 milioni di euro e potranno essere integrati mediante dotazioni aggiuntive.

I soggetti destinatari

Possono presentare domanda le microimprese che erogano servizi turistici mediante noleggio di mezzi di trasporto con conducente che hanno registrato un fatturato superiore a 150 mila euro nel corso dell’anno solare 2019 e che hanno subito gli effetti dell’emergenza sanitaria.
I richiedenti possono presentare una sola domanda di contributo. Il beneficio, inoltre, non è cumulabile con l’aiuto concesso con l’avviso “Riapri Calabria II edizione”. Pertanto, possono partecipare alla procedura ora in esame solo le imprese che non abbiano presentato richiesta per quel contributo una tantum, o abbiano dichiarato di rinunciarvi.

I requisiti di ammissibilità

Il beneficiario deve possedere, alla data di presentazione della domanda, i seguenti requisiti:
a) esercitare in maniera prevalente l’attività di servizi turistici svolti mediante noleggio di mezzi di trasporto con conducente riferibile al codice Ateco: 49.39.09 – Altri trasporti su strada di passeggeri;
b) svolgere l’attività sulla base di una o più autorizzazioni rilasciate da un Comune sito nella Regione Calabria e in corso di validità;
c) possedere la sede operativa e almeno una rimessa nel territorio del Comune che ha rilasciato l’autorizzazione;
d) avere esercitato l’attività, sia nell’anno 2019 che nell’anno 2020, nel pieno rispetto delle leggi, dei regolamenti comunali e delle ulteriori disposizioni normative che disciplinano la materia;
e) non aver commesso violazioni gravi, definitivamente accertate, relativamente al pagamento delle imposte e tasse o dei contributi previdenziali e assistenziali a favore dei lavoratori (Durc) ;
f) attestare la non sussistenza di cause di decadenza, sospensione, divieto o di tentativo di infiltrazione mafiosa;
g) possedere la capacità di contrarre con la pubblica amministrazione;
h) avere la capacità economico-finanziaria, operativa e amministrativa;
i) avere sede operativa o unità produttiva locale destinataria dell’intervento nel territorio della Regione Calabria;
l) non avere riportato condanne penali.

Contributo concedibile

L’aiuto è concesso dall’amministrazione regionale nella forma di contributo a fondo perduto una tantum variabile per fasce di fatturato come segue:
a) 4 mila euro se il fatturato è compreso tra 150 mila euro e 300 mila euro;
b) 6 mila euro se il fatturato è maggiore di 300 mila euro e fino a 500 mila euro;
c) 12 mila euro se il fatturato è superiore a 500 mila euro.
In ogni caso il beneficio non deve eccedere l’importo delle reali perdite di fatturato, calcolate attraverso il confronto tra il volume di fatturato relativo al periodo compreso tra il 1° gennaio 2020 e il 30 settembre 2020 e quello riferibile allo stesso periodo dell’anno 2019. Ai fini dell’avviso per fatturato si intende il volume d’affari risultante dai registri Iva.

Presentazione delle istanze e scadenza

Le domande devono essere compilate e inoltrate esclusivamente in modalità telematica, attraverso l’utilizzo della piattaforma web di Fincalabra Spa.
Il modulo, compilato tassativamente in ciascuna delle parti di cui si compone, deve essere firmato digitalmente dal legale rappresentante del soggetto richiedente il contributo. Lo sportello telematico per l’inserimento delle istanze aprirà il 10 dicembre 2020 alle ore 10 e chiuderà il 14 dicembre 2020 alle ore 18.


La qualità dell'informazione è un bene assoluto, che richiede impegno, dedizione, sacrificio. 
Il Quotidiano del Sud è il prodotto di questo tipo di lavoro corale che ci assorbe ogni giorno con il massimo di passione e di competenza possibili.
Abbiamo un bene prezioso che difendiamo ogni giorno e che ogni giorno voi potete verificare. Questo bene prezioso si chiama libertà. 
Abbiamo una bandiera che non intendiamo ammainare. Questa bandiera è quella di un Mezzogiorno mai supino che reclama i diritti calpestati ma conosce e adempie ai suoi doveri.  
Contiamo su di voi per preservare questa voce libera che vuole essere la bandiera del Mezzogiorno. Che è la bandiera dell’Italia riunita.
ABBONATI AL QUOTIDIANO DEL SUD CLICCANDO QUI.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA