X
<
>

Zlatan Ibrahimovic

Tempo di lettura < 1 minuto

MILANO – Il Milan riparte in campionato da dove aveva lasciato. La formazione di Stefano Pioli batte il Bologna per 2-0 con una doppietta di Ibrahimovic e conquista i primi tre punti della stagione grazie ad una prova che lascia ben sperare in vista del terzo turno preliminare di Europa League contro il Bodø/Glimt.

A sbloccare il risultato al 35′ ci ha pensato lo stesso che ha aperto le marcature contro lo Shamrock Rovers: Theo Hernandez scodella una palla in area dalla sinistra per Ibrahimovic che sovrasta Dominguez e Danilo e di testa batte Skorupski. Al 51′ c’è il raddoppio rossonero. Orsolini stende Bennacer in area, l’arbitro La Penna concede inizialmente la punizione per poi concedere il penalty con l’ausilio del var: dagli undici metri Ibrahimovic non sbaglia e firma il raddoppio.

Al 63′ il fuoriclasse svedese ha persino la chance per la tripletta ma su assist di Calhanoglu dopo aver saltato Skorupski sbaglia a porta vuota. Al 77′ il Milan sostituisce Kjaer (lieve risentimento) con Duarte e qualche minuto più tardi la formazione rossonera corre gli unici pericoli del match: prima Skov Olsen dalla destra salta Gabbia e col mancino costringe Donnarumma all’intervento, poi è Danilo sugli sviluppi di un calcio piazzato a colpire la traversa su cui infrangono le speranze di rimonta del Bologna.

Nel finale l’ultimo episodio degno di nota è l’espulsione di Dijks: trattenuta di maglia su Saelemaekers e doppio giallo, salterà il Parma.

In collaborazione con Italpress


La qualità dell'informazione è un bene assoluto, che richiede impegno, dedizione, sacrificio. 
Il Quotidiano del Sud è il prodotto di questo tipo di lavoro corale che ci assorbe ogni giorno con il massimo di passione e di competenza possibili.
Abbiamo un bene prezioso che difendiamo ogni giorno e che ogni giorno voi potete verificare. Questo bene prezioso si chiama libertà. 
Abbiamo una bandiera che non intendiamo ammainare. Questa bandiera è quella di un Mezzogiorno mai supino che reclama i diritti calpestati ma conosce e adempie ai suoi doveri.  
Contiamo su di voi per preservare questa voce libera che vuole essere la bandiera del Mezzogiorno. Che è la bandiera dell’Italia riunita.
ABBONATI AL QUOTIDIANO DEL SUD CLICCANDO QUI.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares