X
<
>

Beppe Signori

Tempo di lettura < 1 minuto

ROMA – Il presidente della Federcalcio, Gabriele Gravina, ha appena firmato la grazia per Giuseppe Signori, l’ex attaccante radiato per una vicenda di scommesse.

Il provvedimento di riabilitazione arriva dopo che Signori è stato assolto dalla giustizia ordinaria ed è conseguenza di un percorso federale concluso da un parere legale dell’ufficio della Figc: in sostanza l’ex calciatore potrà tornare a lavorare in ambito calcistico.

Signori era stato radiato nel 2012, per il suo presunto coinvolgimento nello scandalo calcioscommesse. L’ex attaccante era stato assolto lo scorso febbraio dal Tribunale di Piacenza in merito alla presunta combine della gara Piacenza-Padova del 2010. Un mese dopo, stessa decisione da parte del Tribunale di Modena in merito all’accusa di combine nelle gare Modena-Sassuolo e Modena-Siena del 2011. In entrambi i casi l’assoluzione era arrivata “perché il fatto non sussiste”.

Il filone principale dell’inchiesta, condotto dalla procura di Cremona tra il 2010 e il 2011, si era concluso con un proscioglimento per prescrizione.

Da calciatore Beppe Signori era diventato una bandiera del Foggia prima e della Lazio poi vincendo per tre volte la classifica dei cannonieri in Serie A. Partecipò anche con la Nazionale azzurra ai mondiali di Usa 94 conclusi, dall’Italia, al secondo posto


La qualità dell'informazione è un bene assoluto, che richiede impegno, dedizione, sacrificio. Il Quotidiano del Sud è il prodotto di questo tipo di lavoro corale che ci assorbe ogni giorno con il massimo di passione e di competenza possibili.
Abbiamo un bene prezioso che difendiamo ogni giorno e che ogni giorno voi potete verificare. Questo bene prezioso si chiama libertà. Abbiamo una bandiera che non intendiamo ammainare. Questa bandiera è quella di un Mezzogiorno mai supino che reclama i diritti calpestati ma conosce e adempie ai suoi doveri.  
Contiamo su di voi per preservare questa voce libera che vuole essere la bandiera del Mezzogiorno. Che è la bandiera dell’Italia riunita.
ABBONATI AL QUOTIDIANO DEL SUD CLICCANDO QUI.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA