X
<
>

Max Verstappen

Tempo di lettura < 1 minuto

SAKHIR (BAHRAIN) – Max Verstappen conquista la pole position e partirà davanti a tutti domani sul circuito di Sakhir nel Gran Premio del Bahrain, gara inaugurale del Mondiale 2021 di Formula Uno.

L’olandese della Red Bull, che aveva dominato tutte e tre le sessioni di libere e alla quarta pole della carriera (Ungheria e Brasile nel 2019, Abu Dhabi la passata stagione), ferma il cronometro a 1’28″997, rifilando circa quattro decimi a Lewis Hamilton che lo affiancherà in prima fila.

Alle loro spalle l’altra Mercedes di Valtteri Bottas, con Charles Leclerc che porta la Ferrari sulla quarta piazzola in griglia di partenza. Terza fila per Daniel Ricciardo su McLaren e Pierre Gasly con l’Alpha Tauri, quindi Lando Norris con l’altra McLaren e Carlos Sainz, ottavo al debutto sulla Rossa.

A chiudere la Top Ten Fernando Alonso su Alpine, al rientro nel circus dopo due anni, e Lance Stroll alla guida dell’Aston Martin.

Non avevano superato il taglio del Q2 Sergio Perez su Red Bull, le Alfa Romeo di Antonio Giovinazzi e Kimi Raikkonen – che domani saranno separate in griglia dal rookie Yuki Tsunoda (Alpha Tauri) – e George Russell su Williams.

Eliminati invece nella prima manche delle qualifiche Esteban Ocon su Alpine, Nicholas Latifi con la Williams, l’ex ferrarista Sebastian Vettel ora al volante della Aston Martin, e le due Haas di Mick Schumacher e Nikita Mazepin.

In collaborazione con Italpress


La qualità dell'informazione è un bene assoluto, che richiede impegno, dedizione, sacrificio. 
Il Quotidiano del Sud è il prodotto di questo tipo di lavoro corale che ci assorbe ogni giorno con il massimo di passione e di competenza possibili.
Abbiamo un bene prezioso che difendiamo ogni giorno e che ogni giorno voi potete verificare. Questo bene prezioso si chiama libertà. 
Abbiamo una bandiera che non intendiamo ammainare. Questa bandiera è quella di un Mezzogiorno mai supino che reclama i diritti calpestati ma conosce e adempie ai suoi doveri.  
Contiamo su di voi per preservare questa voce libera che vuole essere la bandiera del Mezzogiorno. Che è la bandiera dell’Italia riunita.
ABBONATI AL QUOTIDIANO DEL SUD CLICCANDO QUI.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares