X
<
>

Un momento dell'intitolazione

Condividi:

MONZA – In occasione del Gran premio d’Italia di Formula Uno, il circuito di Monza ha ospitato la cerimonia di intitolazione della curva Parabolica a Michele Alboreto, il pilota milanese scomparso nel 2001, nel corso di alcuni test di collaudo nel Lausitzring.

La cerimonia ha visto anche la sua Ferrari numero 27 portata fin sul disegno commemorativo realizzato nella via di fuga.

“Una grande emozione e, allo stesso tempo, una grande soddisfazione”. Così Geronimo La Russa, presidente dell’Autombile Club Milano, commenta l’intitolazione della ‘Curva Parabolicà dell’Autodromo di Monza al pilota milanese Michele Alboreto.

“Dieci anni fa – prosegue Geronimo La Russa – l’Automobile Club Milano aveva onorato la memoria di Alboreto intitolando la Sala del proprio Consiglio Direttivo, nel Palazzo di corso Venezia, con il suo nome. Oggi il percorso si conclude con questo altissimo gesto che, ne sono convinto, sarà davvero gradito e apprezzato da tutti gli appassionati di motori”.

In collaborazione con Italpress


La qualità dell'informazione è un bene assoluto, che richiede impegno, dedizione, sacrificio. Il Quotidiano del Sud è il prodotto di questo tipo di lavoro corale che ci assorbe ogni giorno con il massimo di passione e di competenza possibili.
Abbiamo un bene prezioso che difendiamo ogni giorno e che ogni giorno voi potete verificare. Questo bene prezioso si chiama libertà. Abbiamo una bandiera che non intendiamo ammainare. Questa bandiera è quella di un Mezzogiorno mai supino che reclama i diritti calpestati ma conosce e adempie ai suoi doveri.  
Contiamo su di voi per preservare questa voce libera che vuole essere la bandiera del Mezzogiorno. Che è la bandiera dell’Italia riunita.
ABBONATI AL QUOTIDIANO DEL SUD CLICCANDO QUI.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA