Salta al contenuto principale

Ma un certificato, no?

Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
Francesco Bellomo
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
0 minuti m 30 secondi sec

A margine della vicenda di Francesco Bellomo, l’ex giudice – già consigliere di Stato – arrestato per maltrattamento nei confronti di aspiranti magistrato alle quali secondo l’accusa imponeva tacco 12 e cosce nude, resta appesa una domanda.

SCOPRI TUTTE LE CARD DI PIETRANGELO BUTTAFUOCO

Possibile che per il delicato ruolo del magistrato, nelle cui mani c’è la vita di tutti noi, non si richieda quello che normalmente è richiesto alle forze dell’ordine, ai piloti, ai medici e a chiunque abbia la responsabilità di decidere sul prossimo? Ovvero esibire - a dimostrare la sanità mentale- un certificato di “sana e robusta costituzione”.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?