Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto

Un super ricco su due, cioè uno che guadagna oltre i cinquecentomila euro l’anno, vive a Milano. Lo dice il Rapporto annuale dell’Inps.

I ricchi abitano dunque in quella che si avvia a diventare la megalopoli del corridoio d’Europa dove, va da sé, possono permettersi di votare Pd.

Dai dati dell’Inps se ne deduce, allora, che gli otto su dieci cittadini restanti, debbano accontentarsi di ciò che rimane dell’Italia. Tutti verosimilmente squattrinati, va da sé, e però vincenti alle elezioni. Con i populisti, manco a dirlo. In forza dell’unica sociologia di popolo. Quella di Totò: è la somma che fa il totale.