Matteo Salvini

Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto

Matteo Salvini, detto il Capitano, ricalca ormai quel Salomone – il  pirata pacioccone dell’Amarena Fabbri – che nei Caroselli tivù se ne va per i sette mari in cerca di tesori. Con lui, nei disegni animati di Guido De Maria, c’è Fortunato – un nostromo veneziano – e  poi il corsaro siciliano Mani di Fata che alle prese col nemico dice: “Capitano, lo possiamo torturare?”.

Ecco, da qui deriva l’attuale stagione politica. E la risposta del capitano di ieri è quella di oggi: “Ma cosa vuoi torturare tu? Porta pazienza. So ben io come fargli aprire la bocca. Basta offrirgli una legislatura, ops …l’Amarena Fabbri!”.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •