Tempo di lettura < 1 minuto

Giuseppi Conte, il premier dei giallorossi, per non farsi dire di avere organizzato la “Cena dei cretini” ha definito la tavolata dove ha invitato tutti i suoi ministri una cosa tipo “team building”.

Dice che gli è stato utile per costruire la squadra e però sì, è stato qualcosa di diverso rispetto alla celeberrima pièce di Francis Veber dove di cretino, a tavola, se ne invita solo uno. In quella di ieri se ne sono presentati in tanti.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •