Fernandel nei panni di Don Camillo

Tempo di lettura < 1 minuto

Non c’è don Camillo e senza di lui nessuno prende la comunione, nessuno si sposa, nessuno viene al mondo o tantomeno lascia questo. Il vecchio Tirelli ha sempre tirato avanti senza un raffreddore, adesso s’è preso un accidente ai polmoni e morto e stramorto respira in oltraggio alla scienza medica. Un pretino gli bisbiglia una preghiera al capezzale e il vecchio Tirelli gli dice “grazie, ma aspetto don Camillo per morire”. Ogni libro ha una sua canzone e quella per don Camillo è L’immensità di don Backy e il perché è presto detto: tutta la vita soli non si è mai.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA