X

Tempo di lettura < 1 minuto

Dopo due mesi di arresti domiciliari, l’ora d’aria. L’atmosfera di questa Fase2 è quella della ricreazione controllata. Un regime di contenimento psichico più che di profilassi sanitaria. File per entrare nella metropolitana (oltretutto vuota), passanti spauriti controllati a vista da volenterosi delatori nel caso di mascherine fuori norma e ronde di vigilanza non più in arme contro i criminali, bensì libere di vessare con salate contravvenzioni l’inerme cittadino. La Fase3 sarà così ma con un’aggiunta: l’alzabandiera innanzi ai ritratti di BeppeMao, Giuseppi Conte e Virginia Raggi.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares