X

Tempo di lettura < 1 minuto

Non è semplicemente un lapsus quello degli “assistenti civici”. L’idea di costituire una milizia di volontari addetti al controllo del pandemicamente corretto e insolentire i cittadini non è rivelatrice di chissà quale istinto sottaciuto del governo ma il frutto di un’alchimia, una fusione irresistibile tra l’arroganza del Pd e la svagata avventatezza del M5S. Praticamente, insieme, s’accoppiano come la fame e la sete, come il secchio e la corda, anzi, come la morte e l’ignoranza. La cui unica voluttà è la forca.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares