X

Peppino Gagliardi

Tempo di lettura < 1 minuto

L’Italia che nello stereotipo è pizza e mandolino è soprattutto cuore e amore – come nella rima – e così nell’essenza: una melodia che diventa presagio. Gli ottant’anni di Peppino Gagliardi, ben più che un cantante – un’icona ­– s’impongono come il romanzo di formazione del proletariato paesano. Una sua canzone su tutte, Settembre, complice la pioggia di ieri, risuona di malinconia. Le ore passate sono già un ricordo. Il nostro paesaggio – nella vita dei quartieri, lungo le strade – è spettrale. Ancor più che nella Fase1 della pandemia. E Peppino, ieri come oggi, ha indovinato lo spleen: “Verrà, ma non ti troverà”.

  •  
  • 9
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares