Carlo Tansi, ad oggi il più "social" tra i candidati in Calabria

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Tempo di lettura 3 Minuti

Il 26 gennaio i cittadini calabresi saranno chiamati alle urne per rinnovare il consiglio Regionale e scegliere il nuovo governatore.

Quattro i canditati presidenti in corsa: l’imprenditore ittico Pippo Callipo (centrosinistra), la deputata di Forza Italia Jole Santelli (centrodestra), il docente di Politica economica Francesco Aiello (M5s) e l’ex direttore della Protezione Civile calabrese Carlo Tansi (Tesoro Calabria).

Una contesa portata avanti anche sui social media, strumento imprescindibile per veicolare il proprio messaggio politico a una platea più vasta di potenziali elettori.

Quasi tutti gli aspiranti governatori sono posizionati sulle principali piattaforme, sia pur con risultati diversi all’interno di un quadro generale (va detto) caratterizzato da bassa popolarità anche per una certa trascuratezza nell’utilizzo di pagine e profili.

Il più seguito (aggregando i dati) è sicuramente Tansi. Il candidato indipendente può vantare una fanpage Fb da oltre 17mila e 500 like, cui vanno aggiunti i 550 e passa follower Twitter e i circa 1.800 seguaci agguantati su Instagram.

La differenza, dunque, la fa la strategia adottata su Facebook che comprende, fra le altre cose, una pagina aggiornata e ben curata.

Sugli altri social, invece, Tansi finisce con l’essere superato dagli avversari.

In particolare dall’azzurra Santelli, che primeggia su Instagram (più di 2mila e 500 follower) e Twitter. Su quest’ultima piattaforma, in particolare, riesce a superare la soglia dei 7mila 400 follower nonostante non aggiorni il suo profilo addirittura dal 2015.

Insomma il potenziale c’è ma non viene sfruttato come si dovrebbe, col risultato che Tansi precede Santelli con migliaia di utenti agganciati in più.

La terza posizione è occupata da Aiello. Il quale, per la verità, risulta essere il più apprezzato su Facebook dopo Tansi, grazie ai quasi 4mila e 300 “mi piace” ottenuti fino a questo momento. Il discorso cambia su Twitter e Instagram, dove i follower sono, rispettivamente, poco più di mille e meno di 200. Con buona pace dell’ossessione grillina per la rete.

Delude, infine, Callipo. Un personaggio del suo calibro, conosciuto in tutta Italia per la sua attività imprenditoriale dovrebbe prestare maggiore attenzione alle potenzialità del web. La pagina “Callipo presidente” su Facebook supera a malapena i 2mila like, mentre il profilo Instagram non arriva a 300 follower. Incomprensibile, invece, la scelta di non posizionarsi su Twitter, forse la piattaforma politicamente più rilevante.

Le ricerche su Google sembrano confermare la maggior appetibilità di Tansi. Il nome del candidato indipendente – associato alla parola “presidente” – risulta essere, infatti, il più ricercato dei quattro. Seguono, con un volume pressoché identico di ricerche, Callipo e Santelli. Chiude la classifica Aiello, che stimola poca curiosità nell’utenza online.

L’interesse per le elezioni, invece, sale in modo costante mano a mano che si avvicina la data del voto. Sul finire di dicembre, in particolare, si è registrato un picco di ricerche sul tema.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA