Un momento della inaugurazione della Sede di Napoli di Cassa Depositi e Prestiti

Tempo di lettura 4 Minuti

Napoli modello di sviluppo territoriale: risorse pubbliche, sostegno alle imprese e finalità sociali. Motore di tale progetto Cassa Depositi e Prestiti, (Cdp) che ieri ha inaugurato la nuova sede in pieno centro e poi ha illustrato gli interventi in programma. Nell’ex Manifattura Tabacchi sorgeranno strutture di housing sociale e student housing con investimento di 60 milioni di euro, ma anche un parco verde e una caserma dei carabinieri; nell’Albergo dei Poveri verrà realizzato un concept ad uso pubblico/privato con funzioni direzionali associate a funzioni private, anche turistico ricettive; ricerca e cultura saranno la destinazione degli Ex Magazzini Generali. In tutti e tre i casi, c’è la mano di Cdp. E poi, hanno sottolineato con orgoglio dal gruppo, i finanziamenti per quasi 600 milioni di euro tramite i Basket Bond Campania e il Fondo Rotativo Imprese Campania (Fri Campania), che consente finanziamenti agevolati fino a circa 500 milioni di euro; il protocollo d’intesa con Ubi Banca, concedendo all’istituto di credito una provvista da 500 milioni da impiegare in nuovi finanziamenti alle imprese delle Regioni del Mezzogiorno; il contributo di Sace Simest, con oltre 700 milioni di euro mobilitati dal 2017 a sostegno di export e internazionalizzazione. Insomma, il braccio operativo dello Stato cerca di valorizzare le potenzialità del Sud.

LA SEDE

L’attività viene ridisegnata in funzione delle esigenze delle comunità locali: la nuova sede di Cdp in via Giuseppe Verdi sarà il punto di accesso unico all’offerta del Gruppo e consentirà di valorizzare le sinergie con i partner bancari e le istituzioni locali. La nuova sede risponde a una visione innovativa rispetto al passato: non più uffici di rappresentanza ma punti di riferimento operativi, grazie alla presenza di professionisti dedicati in grado di dare risposte alle esigenze di imprese e pubbliche amministrazioni tramite l’offerta dell’intera gamma di prodotti del Gruppo Cdp: finanziamenti, garanzie, venture capital e private equity, nonché attività di consulenza finanziaria e tecnica.

TERRITORIO AL CENTRO

Un modello integrato di servizi sempre più adeguati alle esigenze del territorio. “Mettiamo il territorio al centro del nostro operato – ha sottolineato l’amministratore delegato di Cpd, Fabrizio Palermo – C’è un rapporto storico che unisce Cdp ai territori. Un rapporto che vogliamo rafforzare ulteriormente avviando un modello di coesione con le pubbliche amministrazioni e le imprese, portando un nuovo schema integrato di professionalità e competenze di Gruppo, fatto di tecnici al servizio del Paese”.

LE RISORSE

A sostegno della finanza degli enti locali della Regione Campania sono stati stanziati circa 3,5 miliardi di euro di finanziamenti, finalizzati alla realizzazione di nuovi investimenti sul territorio. Nell’ambito del supporto al social housing, il Gruppo Cdp opera in Campania attraverso il fondo Esperia, dedicato alle regioni meridionali. Soddisfatto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio che è intervenuto per firmare il protocollo tra Farnesina e Ice. “Questa è una grande occasione per essere vicini alle imprese del Sud. Un presidio per le imprese del Mezzogiorno – ha affermato Di Maio – ed è molto importante che ci sia una grande collaborazione con la Farnesina e con l’agenzia per il Commercio estero: purtroppo le imprese del Sud contribuiscono solo il 10% all’export nazionale. Questo grida vendetta perché qui abbiamo delle eccellenze del Made in Italy”. Da par suo Carlo Ferro, presidente dell’Agenzia Ice, ha sottolineato di volere “una Ice più vicina ai territori e alle imprese del territorio” consapevole che “le aziende del Sud rappresentano solo il 12% dell’export italiano – ha affermato – se guardiamo alla Campania questa percentuale si attesta al 5 per cento. Da oggi offriamo alle aziende una presenza sistemica – ha concluso – per almeno un giorno a settimana, in 18 diverse Regioni italiane, un’antenna di contatto con la rete dei nostri 80 uffici all’estero”.

LA FONDAZIONE

In rappresentanza di otto regioni meridionali, è intervenuta il presidente della Fondazione Banco di Napoli, Rossella Paliotto: “L’inaugurazione della nuova sede Cdp a Napoli rappresenta una straordinaria opportunità di sviluppo per il territorio che rappresentiamo. A questo punto candido la nostra sede di Chieti, Palazzo de Mayo, a punto di riferimento della Cdp per Abruzzo e Molise”. “Io credo che la capitale del Mezzogiorno, Napoli, sia in una fase di importante sviluppo”, ha invece spiegato la ministra per le Infrastrutture e i Trasporti Paola De Micheli. “Quest’azione – ha sottolineato – dimostra come questo Paese guardi con grande attenzione agli investimenti. L’apertura di Cdp, unita alla rinnovata piazza Garibaldi e la scelta dell’accelerazione degli investimenti dell’Alta Velocità al Sud sono decisioni che vanno in una direzione chiara: rilanciare le infrastrutture nel Mezzogiorno”. De Micheli ha ricordato anche l’importanza per il territorio campano e nazionale “del porto di Napoli, strategico per quello che accadrà nei prossimi anni sulle merci nel Mediterraneo”.

  •  
  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •