X

La sede della Figc

Tempo di lettura < 1 minuto

​«Il Comitato tecnico scientifico ha dato l’ok al protocollo ma mantenendo la quarantena. Il campionato riprende il 20 giugno». Lo ha detto il ministro Vincenzo Spadafora al termine dell’incontro con la Figc.

​Dopo la riunione con i vertici di Figc e della Lega Calcio, il ministro ha poi ha spiegato di aver «informato il presidente Giuseppe Conte, che ha espresso compiacimento per la soluzione unitaria trovata».

«La Figc ci ha assicurato che se ci fosse di nuovo necessità di sospendere il campionato c’è già un piano B e un piano C – ha aggiunto Spadafora – ossia playoff e playout e l’eventuale cristallizzazione della classifica». 

Poi ha parlato della Coppa Italia. «Il mio auspicio è che si possa giocare dal 13 giugno al 20 giugno, prima che il campionato riparta il 20 giugno. Potrebbe riprendere il 13 e il 17 giugno. Questa è la proposta, aspettiamo ora la Federazione», ha aggiunto Spadafora. 

Il presidente federale Gabriele Gravina ha spiegato: «La ripartenza del calcio rappresenta un messaggio di speranza per tutto il Paese. Sono felice e soddisfatto, è un successo che condivido con il ministro per lo Sport Spadafora e con tutte le componenti federali. Il nostro è un progetto di grande responsabilità perché investe tutto il mondo professionistico di Serie A, B, C e, auspicabilmente, anche la Serie A femminile».

  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares