X
<
>

Un modello per una dichiarazione fiscale

Tempo di lettura < 1 minuto

La dichiarazione dei redditi manda ancora in crisi gli italiani. A spaventare i contribuenti non è tanto il peso fiscale, quanto il processo stesso di compilazione, che rappresenta un motivo di confusione per 7 italiani su 10.

A rivelare come la burocrazia legata alle tasse spaventi gli italiani, è un’indagine condotta su 1.000 utenti da Taxfix, piattaforma specializzata nella semplificazione della galassia fiscale.

Dati alla mano, l’insicurezza in materia di educazione fiscale e finanziaria preoccupa il 70% del campione intervistato che si dice scoraggiato di fronte alla documentazione necessaria da allegare alla dichiarazione dei Redditi, motivando la scelta affermando di non sapere quali documenti siano richiesti (41%), di aver ricevuto indicazioni poco chiare su cosa è necessario (28%) o perché non sa dove reperirli (22%).

Inoltre il 54% teme di fare errori e non rispettare le richieste normative, il 53% si sente disorientato dalla complessità del processo e un 40%, infine, è preoccupato dal tempo necessario per occuparsi degli adempimenti fiscali che possono in effetti richiedere fino a 48 ore di tempo effettivo per essere portati a compimento.

«Sappiamo che la burocrazia italiana, e in particolare quella legata alle questioni fiscali, può essere migliorata, ma è stato significativo e in parte inaspettato scoprire che la compilazione della dichiarazione dei redditi sia considerata ancora un’esperienza così stressante dagli italiani», commenta Matteo Stifanelli, country manager per l’Italia di Taxfix.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA