X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

MADRID – Si è consegnato stamattina alla Guardia Civil di Ibiza l’italiano sospettato di aver ferito gravemente a colpi di pistola il 28enne Antonio Amore, originario di Napoli. Secondo i media locali l’uomo che si è consegnato alle autorità è il 33enne Michele Guadagno, anch’egli napoletano.

Amore è in condizioni gravissime dopo una sparatoria avvenuta durante una festa in una villa privata dell’isola, a Santa Eularia, nella notte tra venerdì e sabato.

Secondo la ricostruzione dei fatti fornita degli inquirenti, la sparatoria è scoppiata dopo le due di notte, quando una coppia è arrivata nella villa dove era in corso una festa organizzata in violazione delle norme anti Covid vigenti sull’isola.

Sarebbe scoppiata una lite e l’uomo avrebbe esploso diversi colpi contro il giovane rimasto gravemente ferito, raggiunto da sei colpi alla testa ed alla gamba. Un terzo italiano, di 35 anni, è rimasto ferito in modo lieve.

Secondo quanto riporta il giornale locale “Periodico de Ibiza”, l’uomo ha precedenti. Gli inquirenti stanno seguendo diverse piste per ricostruire il movente, ma quella più accreditata sembra essere quella di una lite per motivi di gelosia.

Michele Guadagno

Il giornale locale riporta anche che Amore è residente ad Ibiza dove svolge attività di trader di cripto monete, in particolare Bitcoins e negli ultimi mesi aveva organizzato, insieme all’altro italiano aggredito, diverse feste come quella dell’altra notte in violazione delle regole anti Covid.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares