Salta al contenuto principale

Gradimento degli amministratori Sole24Ore, buone performance di Oliverio, Pittella e De Magistris

Nazionale
Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
3 minuti 39 secondi

IL presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio, e quello della Basilicata, Marcello Pittella, sono al sesto e al settimo posto nella Governance Poll 2016, ovvero la classifica sul gradimento percentuale degli amministratori stilata dall’Istituto Ipr Marketing per il Sole 24 Ore e pubblicata oggi dal quotidiano di Confindustria.

Conquista invece uno 0.9% rispetto a quando venne eletto, il presidente della Campania Vincenzo De Luca, che prende la decima posizione. Pittella ha ottenuto una percentuale del 50 per cento, 9,6 punti in meno rispetto al giorno dell’elezione. Tuttavia – sottolinea il quotidiano economico – il governatore della Calabria, Mario Oliverio (51 per cento) e Pittella «sono gli unici due politici del Sud a superare il 50 per cento dei giudizi positivi». Tra i presidenti di Regione, invece, primeggia il Veneto con Luca Zaia (Lega) al primo posto col 60% dei consensi, seguito da Enrico Rossi (Pd) che guadagna il 9% rispetto alla precedente rilevazione e si ferma al 57%. Medaglia di bronzo al presidente della Lombardia Roberto Maroni (Lega) che arriva al 54% (+11,2%). Tra i Presidenti, solo uno raggiunge il 60%, 5 superano il 50 mentre sono 12 al di sotto del 50%.

«Orgogliosi del risultato del sondaggio del @sole24ore sul gradimento dei governatori. @Oliverio_MarioG, migliore del Sud. Avanti uniti»: così, su Twitter, il segretario del Pd Calabria, Ernesto Magorno, commenta il sondaggio del Sole 24 Ore che vede il governatore della Calabria, Mario Oliverio, primo del Sud per gradimento.

IL GRADIMENTO DEI SINDACI È la sindaca di Torino, Chiara Appendino (M5S), la vincitrice assoluta tra i primi cittadini. In particolare, il primo cittadino di Torino realizza una crescita di 7 punti e mezzo rispetto al consenso ottenuto lo scorso anno e ottiene il 62%. Al secondo posto si piazza Dario Nardella, Pd, primo cittadino di Firenze (61%) mentre al terzo si trova Federico Pizzarotti, alla guida del Comune di Parma con il 60,5%. Tra i primi cittadini in discesa Virginia Raggi, sindaco M5S di Roma, che registra una forte flessione perdendo circa un terzo del consenso ottenuto alle elezioni della scorsa primavera (-23,2%) e piazzandosi al penultimo posto con il 44%. Tra i più amati, al quarto posto c'è il sindaco di Napoli Luigi De Magistris con il 60%, a pari merito con un folto gruppo di colleghi, tra i quali Luigi Brugnaro, sindaco di Venezia e Paolo Perrone primo cittadino di Lecce.

«A Salerno Vincenzo Napoli (quarto con il 60%) prosegue la tradizione di alti consensi inaugurata dal suo predecessore Vincenzo De Luca – si legge sul sito del Sole –. Da segnalare, poi, il risultato brillante di Clemente Mastella a Benevento, che con il 59,5% di «sì» occupa il decimo posto della graduatoria nazionale».

Tra i sindaci calabresi il primo cittadino di Reggio, Giuseppe Falcomatà, si piazza al 26/mo posto con il 56% di gradimento seguito da Mario Occhiuto, sindaco di Cosenza, al 47/mo con il 54%. E ancora Crotone che supera la sufficienza con Ugo Pugliese, eletto nel 2016, piazzatosi 71/mo posto ottenendo il 51%, mentre Elio Costa è 90/mo con il 49%. In coda il primo cittadino di Catanzaro Sergio Abramo 98/mo con il 46%.

Sempre nella classifica dei sindaci, sul versante lucano Dario De Luca (Potenza) è al 30/o posto, con una percentuale del 55 per cento (3,5 punti in meno rispetto al giorno dell’elezione). All’80/o posto Raffaello De Ruggieri, sindaco di Matera, col 50 per cento dei consensi (4,5 punti in meno rispetto al giorno dell’elezione.

Antonio Decaro, sindaco di Bari, seppur in flessione rispetto al giorno delle elezioni, conferma percentuali alte di consenso (58%) e conquista il 25/o posto. Al 58% anche il primo cittadino di Cagliari, Massimo Zedda, con un aumento di consensi 7 punti.

Tra le due "capitalì italiane", se Roma fa le spese del forte calo di consensi di Virginia Raggi, Milano riconosce invece a Giuseppe Sala un consenso del 55%, migliore del 3,3% rispetto al risultato raggiunto alle elezioni dello scorso giugno. Stabile, al 53%, il primo cittadino di Bologna Virginio Merola, mentre il sindaco di Genova Marco Doria è in recupero rispetto allo scorso anno, con il 52%. In generale, tra i sindaci solo i primi tre superano il 60% mentre ad essere al di sopra dell’asticella del 50% sono 89 sui 104 in carica, i rimanenti 15 sono sotto il 50.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?