X
<
>

Gli Evanescence

Tempo di lettura 3 Minuti

Sono passati 10 anni dal loro ultimo lavoro discografico di inediti, e si può dire che gli Evanescence abbiano fatto sentire ampiamente la loro mancanza. Oggi ritornano con “The bitter truth”, nuovo disco di inediti, che segna il ritorno sulla scena musicale della rock band statunitense.

Un album dal sound potente quello degli Evanescence, che rappresenta un ritorno alle radici. “The bitter truth” raccoglie 11 tracce che attraversano i sentimenti di dolore personale dei membri della band, ma anche di quello collettivo.

Un disco che contiene brani dedicati all’inaspettata scomparsa del fratello della frontwoman Amy Lee, ma anche all’improvvisa perdita di un figlio da parte del bassista Tim McCord. E canzoni che narrano di tragedie collettive, come il razzismo, la pandemia e gli stravolgimenti economici. Ma nonostante i tratti oscuri e amari della vita, il messaggio che attraversa l’album è positivo e luminoso: andare avanti è sempre meglio che arrendersi.

I momenti drammatici che pervadono il mondo in cui viviamo hanno influito sui testi, che affrontano con cruda onestà tematiche vecchie e nuove. Un processo di intima guarigione per la stessa Amy Lee, quello di scrivere e cantare di demoni interiori, dolore, maschere sociali che si è obbligati ad indossare o che si impongono a chi lotta con la propria salute mentale, ribellione di fronte alle ingiustizie e alla misoginia, e libertà che deriva dalla fine delle relazioni tossiche e che culmina in un senso di resilienza.

«Vorrei che le persone, dopo aver ascoltato questo album, provassero speranza, senso di rinascita e forza» dichiara Amy Lee. «Una cosa che mi ispira molto nella vita sono le persone che hanno superato grandi ostacoli: i sopravvissuti. Spero riusciremo a trasmettere l’idea che anche quando le cose sono incredibilmente dolorose, la vita vale la pena di essere vissuta. Attraversare i momenti più oscuri e difficili, mettersi di fronte a loro e scoprire che non siamo soli, ci rende reali. Ci rende abbastanza forti per affrontarli. E ci unisce, se lo permettiamo, in un più profondo apprezzamento della luce e della verità».

Vincitori di due Grammy Award, gli Evanescence sono una band che ha avuto un grandissimo impatto sulla musica mondiale. Il famoso album di debutto “Fallen” del 2003, con i popolari singoli “Bring me to life” e “My Immortal”, ha venduto oltre 17 milioni di copie in tutto il mondo.

Per tutto il 2020 sono stati costretti a scrivere ed a registrare la maggior parte dell’album distanti gli uni dagli altri. Ma lo hanno fatto con un flusso di lavoro senza precedenti né limiti creativi. La band è dunque tornata al sound epico ed esplosivo per cui si è fatta conoscere nel mondo.

La cantautrice e pianista Amy Lee, il bassista Tim McCord, il batterista Will Hunt, il chitarrista principale Troy McLawhorn, e il chitarrista Jen Majura, nel 2017 sono stati protagonisti di un tour mondiale, “Synthesis Live”, che li ha visti esibirsi nelle loro intense performances live e nelle loro canzoni senza tempo accompagnati da un’incredibile orchestra dal vivo.

Adesso sarà possibile vedere gli Evanescence in concerto giovedì 9 settembre 2021 al Mediolanum Forum di Assago (Milano), per l’unica tappa italiana del tour mondiale “Worlds Collide Tour” insieme ai Within Temptation.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares