X
<
>

L’ospedale Di Venere, dove la donna è stata ricoverata

Condividi:

Una violenta lite tra ex finisce nel sangue. Teatro dell’ennesimo diverbio per una storia d’amore ormai finita, il quartiere Palese. E’ stato lì che, ieri sera, una donna poco più che quarantenne è stata ferita con diversi colpi di coltello in più parti del corpo. La donna si trova ora ricoverata nell’ospedale Di Venere di Bari: le sue condizioni, stando alle poche notizie trapelate, sono ritenute gravi ma non lascerebbero temere per la sua vita. Sulla vicenda ora indagano i carabinieri, che si sono messi subito sulle tracce dell’ex compagno della donna. L’uomo, a distanza di breve tempo dalla violenta lite, è stato rintracciato e bloccato a San Pio. A quanto pare, anche lui aveva riportato una ferita durante il litigio. Una ferita che sarebbe però di lieve entità.

Poche le notizie trapelate rispetto alla terribile vicenda. A quanto si è potuto apprendere i due si stavano separando e la 40enne si era trasferita a casa di alcuni conoscenti. L’uomo l’avrebbe raggiunta lì, dove si sarebbe scatenato il litigio che, in breve tempo, è degenerato. Proprio durante la violenta lite, l’uomo avrebbe sferrato frontalmente alcune coltellate alla donna, colpendola almeno quattro, cinque volte al torace, all’addome e alle braccia.

A quel punto, sono stati allertati i soccorsi e le forze dell’ordine. Nell’appartamento di palese sono giunti gli operatori sanitari del 118, che hanno portato le prime cure alla donna e provveduto a trasportarla all’ospedale Di Venere. Contestualmente, sono arrivati anche i carabinieri, che hanno eseguito i rilievi del caso e dato l’allarme per cercare di rintracciare il responsabile dell’aggressione. L‘posto il personale del 118 ha trasportato la ferita in ospedale mentre l’uomo infatti, dopo aver ferito l’ex compagna, si è dato subito alla fuga, facendo perdere le sue tracce. Ma solo per poco. In breve tempo, infatti, è stato intercettato dai carabinieri nel quartiere di San Pio e bloccato. Durante l’intervento, i militari hanno potuto notare la ferita e i chiari segnali della colluttazione che ci sarebbe stata tra i due.

Gli investigatori, al momento, ipotizzano che l’uomo non avesse accettato la fine della relazione e per questo avrebbe cercato la donna che aveva da poco lasciato la casa dove i due convivevano per trasferirsi a casa di alcuni conoscenti. Quella di ieri sera, è l’ennesima violenza consumata ai danni di una donna in città. Nelle ultime settimane, si sono registrati almeno altri due episodi di violenza, sia pure non con conseguenze così gravi, che hanno portato all’arresto dei responsabili.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA