X
<
>

Condividi:

BARI – Sono quasi raddoppiati i nuovi contagi Covid-19 in provincia di Bari, lo evidenzia il report settimanale dell’Asl: le nuove positività passano da un tasso settimanale di 9,4 a 17,3 per 100mila abitanti. In totale, i contagi dal 18 al 24 ottobre sono stati 213, contro i 116 della settimana precedente. «L’incremento dei casi – scrive l’Asl nel report – è riferito alla fascia d’età under 12 che, attualmente, non è vaccinabile.

In tutto il territorio si segnalano comunque 13 Comuni con “zero casi” e 21 con un numero di positività ridotte al minimo e distribuite tra 1 e 5, segno che le oscillazioni restano confinate in ambiti abbastanza circoscritti». Negli ultimi sette giorni sono state somministrate quasi 17mila dosi di vaccino, con una crescita costante delle dosi «booster» che ormai rappresentano oltre il 50% delle vaccinazioni eseguite.

In totale, la campagna vaccinale anti-Covid ha raggiunto 1 milione e 973.618 somministrazioni, di cui 24.928 terze dosi assicurate a soggetti immunocompromessi, fragili, ospiti e operatori di strutture residenziali, personale sanitario e a tutti coloro i quali hanno completato il ciclo da almeno sei mesi e rientrano nella fascia d’età dai 60 anni in poi. La copertura della popolazione vaccinabile over 12 è al 90% con almeno una dose di vaccino e all’87% per il ciclo completo, con una punta particolarmente elevata nella città di Bari, dove il 92% dei residenti ha fatto la prima dose e quasi nove cittadini su dieci (89%) hanno concluso.

Sempre per quanto riguardo l’ambito scolastico il vicesindaco del Comune di Lizzano (Taranto), Valerio Morelli, ha firmato un’ordinanza di chiusura, da ieri fino al 5 novembre, con sospensione delle lezioni in presenza e attivazione della didattica a distanza, del plesso scolastico Anna Frank, sede di una scuola primaria e di una scuola dell’infanzia, a causa di un focolaio Covid. Secondo quanto comunicato dal dipartimento di prevenzione dell’Asl è stata riscontrata la positività di 5 maestre e 9 alunni su tre classi.

Si stanno eseguendo i tamponi anche al personale ausiliario e amministrativo. Il rientro in classe, se la condizione dei contagi lo permetterà, è previsto per l’8 novembre. L’edificio verrà sanificato invece il 4 novembre. Il primo cittadino ha invitato gli abitanti a rispettare le regole di prevenzione e di sicurezza «con mascherina e distanziamento». Soprattutto «se qualcuno – ha aggiunto – è venuto a contatto con persone che potrebbero essere positive deve rimanere nella propria abitazione, non deve uscire e deve di conseguenza limitare al massimo le attività a livello sociale fino alla conclusione di questo iter».

IL BOLLETTINO – Ieri in Puglia si registrano 233 nuovi casi di Coronavirus su 19.608 test (1,2% tasso positività) e nessun decesso. I nuovi casi sono così distribuiti: 43 in provincia di Bari, 6 nella provincia Barletta-Andria-Trani, 11 nel Brindisino, 62 nel Foggiano, 36 nel Leccese, 74 nel Tarantino. Un caso riguarda un residente fuori regione. Delle 2.843 persone attualmente positive 132 sono ricoverate in area non critica e 17 in terapia intensiva. Un incremento di casi che segue il preoccupante rapporto del Gimbe che ha registrato un aumento dell’86,8% dei contagi nell’ultima settimana.

VACCINI – Sono, come detto, 17.791 le somministrazioni di vaccino anti Covid eseguite nella provincia di Bari nell’ultima settimana. Di queste 2967 sono state prime dosi, 6077 seconde e 8747 terze dosi. Allo stato risulta coperto con almeno una dose il 90 per cento della popolazione over 12, mentre l’87 per cento ha completato l’intero ciclo vaccinale.

La campagna vaccinale sta procedendo spedita per assicurare la somministrazione delle dosi aggiuntive con l’obiettivo di rafforzare la risposta immunitaria delle categorie individuate dalla struttura commissariale, ossia operatori sanitari, ospiti e personale dei presidi residenziali per anziani e over 60 che hanno concluso il ciclo almeno 6 mesi fa. Infine a partire da lunedì scorso è stata avviata anche la campagna antiinfluenzale: sono 314.910 le dosi a disposizione della Asl, sia per consentire la co- somministrazione dei due vaccini per influenza e infezione da Sars Cov 2 in ogni hub del territorio provinciale sia per la distribuzione ai medici di Medicina generale.

Dall’avvio della campagna di vaccinazione al 28 ottobre nella Asl Bt sono state somministrate 562.072 dosi di vaccino di cui 296.713 sono prime dosi, 261.365 sono seconde dosi e 3994 sono terze dosi. La copertura vaccinale è all’88 per cento per quanto riguarda tutti coloro che hanno ricevuto almeno una dose e al 77 per cento per coloro che hanno ricevuto anche la seconda dose. La terza dose, come da programma nazionale e regionale, è in fase di somministrazione ai fragili, agli operatori sanitari e agli over 60: fino al 28 ottobre la terza dose è stata somministrata a 1168 soggetti vulnerabili, 163 ospiti delle strutture sanitarie residenziali e 1147 operatori sanitari.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA