X
<
>

Condividi:

BARI – Tutte le Regioni e province autonome risultano classificate a rischio moderato. Tra queste, due Regioni, la Puglia e la Campania sono «ad alta probabilità di progressione a rischio alto». È quanto emerge dal monitoraggio settimanale della Cabina di regia sull’andamento del Covid in Italia, secondo i dati comunicati dall’Istituto superiore di sanità. Inoltre – si legge nel report -15 Regioni e province autonome riportano un’allerta di resilienza.

IL VIRUS NEL BARESE – Aumentano ancora le nuove positività al Covid-19 in provincia di Bari: il tasso settimanale, infatti, nell’ultimo monitoraggio dell’Asl effettuato dal 25 al 31 ottobre, sale da 20,4 a 24,4 per 100mila abitanti, rispetto al 10 di quindici giorni prima, e al 20,4 di sette giorni fa. I nuovi contagi sono 300 contro i 251 di sette giorni prima. «Viene confermato – spiega l’Asl Bari – l’impatto sull’incremento dei casi causato dalla circolazione del virus nelle fasce giovanissime della popolazione, al di sotto dei 12 anni, ancora non vaccinabili».

IL BOLLETTINO – Sono 251 i nuovi casi positivi al Covid-19 su 20.339 test giornalieri eseguiti in Puglia, con un tasso di positività in salita all’1,23% . Una persona è deceduta. I nuovi casi sono così distribuiti: in provincia di Bari 106, nella Bat -5, nel Brindisino 23, nel Foggiano 35, in provincia di Lecce 37, nel Tarantino 48, un residente fuori regione, 6 residenti in provincia in via di definizione. Sono 3.227 le persone attualmente positive, 143 quelle ricoverate in area non critica, 20 in terapia intensiva.

VACCINI – Sono 9.157 i vaccini anti-Covid somministrati nell’ultima settimana nei centri vaccinali del territorio. Si tratta, in dettaglio, di 1.013 prime dosi, 2.729 seconde e 5.415 dosi aggiuntive per rinforzare la risposta immunitaria di persone fragili, immunocompromesse, personale ed ospiti di Rsa, operatori sanitari e soggetti dai 60 anni in poi. La campagna di vaccinazione ha sinora totalizzato 1.984.475 somministrazioni, di cui 31.078 terze dosi e, tra queste, oltre 20mila sono state garantite a over 60, 70 e 80 e soggetti vulnerabili. La copertura vaccinale dei residenti over 12 è cresciuta di un altro punto percentuale, salendo al 91% per la prima dose e all’88% per il ciclo completo. Particolarmente elevata la protezione dei residenti nelle fasce d’età over 60, con una percentuale media del 97% con almeno una dose e del 95% con scheda vaccinale completata.

Molto bene anche i target 50-59 anni (94% con prima dose), 40-49 (88%) e 12-19 (87%), mentre tra i 30-39enni (83% sempre con prima dose) e 20-29enni (84%) la copertura cresce in maniera meno marcata. Numeri in generale eccellenti e corroborati dalla crescita omogenea a livello dei singoli territori, con 30 comuni sui 41 dell’Area Metropolitana che hanno già raggiunto o superato la soglia del 90% di residenti over 12 “coperti” con almeno una dose di vaccino.

Dall’inizio della campagna di vaccinazione a oggi nella Asl Bt sono state somministrate 565.582 dosi di cui 297.436 prime dosi, 262.447 seconde dosi e 5699 terze dosi. La copertura vaccinale totale con la prima dose è dell’88 per cento mentre la copertura con la seconda dose è del 78 per cento.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA