X
<
>

Condividi:

BARI – E’ costante l’andamento dei contagi nelle scuole in provincia di Bari. Nella settimana, 15-21 novembre, il team scuole dell’Eic della Asl ha rilevato complessivamente 69 casi, con una lieve flessione rispetto agli 82 della settimana precedente. Delle attuali 69 positività, 13 sono riconducibili al personale scolastico e 56 agli alunni. Il report fornito dagli operatori del Dipartimento di prevenzione impegnati nella sorveglianza sanitaria in ambito scolastico, anche in questa settimana mette in evidenza una maggiore concentrazione di positività nelle scuole primarie e nelle prime classi della scuola secondaria di primo grado, tra alunni non ancora vaccinabili per età.

Nel dettaglio, infatti, quasi la metà dei casi totali sono stati intercettati nelle scuole primarie con 31 studenti positivi, seguiti dai 13 casi emersi nella scuola media. «Come nella settimana precedente continuiamo a rilevare casi di infezione al Sars Cov 2 tra gli studenti più piccoli – spiega Sara De Nitto, referente team scuole Covid – che insorgono in ambito famigliare e/o lavorativo. Il monitoraggio è sempre più capillare e tempestivo, anche alla luce delle nuove indicazioni ministeriali su tracciamento e quarantene. Alla sorveglianza si è affiancata – conclude De Nitto – la campagna dei richiami vaccinali per gli operatori scolastici che contribuirà a mettere ancora più in sicurezza il mondo scuola.

È partita ieri intanto in Puglia la somministrazione delle terze dosi di vaccino anti Covid per il personale universitario over 40. Al Policlinico di Bari, negli ambulatori vaccinali, sono stati vaccinati con la dose booster i primi 400 soggetti. Complessivamente sono 6mila i dipendenti dell’università «Aldo Moro» e del politecnico ai quali sarà somministrata la terza dose al Policlinico.

IL BOLLETTINO – Ieri su 22.533 test Covid-19 eseguiti in Puglia sono risultate positive 273 persone con un tasso di incidenza dell’1,2%. Si registrano due decessi. I nuovi casi di positività sono così distribuiti: in provincia di Bari 69, nella Bat 13, in provincia di Brindisi 40, nel Foggiano 45, nel Leccese 53, in provincia di Taranto 52, 3 i residenti fuori regione e -2 in provincia in definizione. Sono 3.910 le persone attualmente positive, 144 quelle ricoverate in area non critica, 18 in terapia intensiva.

MEDICI NO VAX A FOGGIA – Il Consiglio direttivo dell’Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri della provincia di Foggia ha sospeso 20 iscritti che non si sono sottoposti all’obbligo vaccinale anticovid. Questi non avranno più il «diritto di svolgere prestazioni o mansioni implicanti contatti interpersonali». Lo comunica lo stesso Ordine foggiano dopo aver preso atto dell’adozione da parte della ASL Foggia degli atti di accertamento relativi al mancato assolvimento dell’obbligo vaccinale.
Il provvedimento – è detto in una nota – «manterrà la sua efficacia fino all’assolvimento dell’obbligo vaccinale o, in mancanza, fino al completamento della campagna vaccinale ovvero fino alla durata del periodo emergenziale dichiarato dalle Autorità a causa della pandemia.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA