X
<
>

Il presidente della Regione Michele Emiliano e l’assessore alle Politiche giovanili Alessandro Delli Noci durante la visita all'Expo

Condividi:

Un viaggio nella bellezza e nell’innovazione: Puglia, la regione dell’aerospazio. E’ il tema della mostra che ha inaugurato ieri a Dubai la Space Week di Expo, la settimana dedicata alla promozione delle eccellenze dell’aerospazio pugliese, nel Padiglione Italia. La Puglia si presenta all’Esposizione universale con le sue imprese, con le start up innovative e raccontando soprattutto una storia di successo che mira a stringere nuovi legami e a creare nuove occasione di crescita, investimenti, occupazione.

«Oggi è un onore essere a Dubai ad aprire nel Padiglione Italia la Space Week dell’Esposizione universale -ha detto il presidente della Regione Michele Emiliano durante la sua visita al padiglione italiano e agli spazi pugliesi – Mi rivolgo a chi avremo la fortuna di incontrare in queste giornate di lavoro: noi siamo qui con un grande desiderio di stringere legami, di far crescere le nostre imprese e i nostri giovani innovatori, abbiamo voglia di incuriosire e attrarre nuove realtà che possano venire in Puglia a conoscerci e a insediare nuove realtà produttive.

Sarete sempre i benvenuti. Noi ci faremo trovare pronti perchè abbiamo un sistema che è attivo e dinamico. Un sistema che può contare su una Regione capace di supportare gli investimenti delle imprese. Su una presenza universitaria e della ricerca che accompagna al meglio lo sviluppo di nuovi processi e prodotti. Su una rete infrastrutturale che ci collega all’Europa e al Mediterraneo e che punta sempre più in alto, è proprio il caso di dirlo, visto che proprio in Puglia c’è l’aeroporto di Grottaglie designato unico Spazioporto italiano che farà viaggiare i voli suborbitali – ha detto nel corso dell’evento di presentazione della Space Week, accolto dal Commissario del Padiglione Italia Paolo Glisenti -Nell’arco dell’ultimo decennio – ha aggiunto Emiliano – come Regione Puglia abbiamo generato con le nostre politiche un miliardo di investimenti nel settore dell’aerospazio, di cui 600 milioni di euro nell’ambito della ricerca industriale e dello sviluppo sperimentale. In pochi anni siamo riusciti ad avere 540 imprese con oltre 7000 addetti ed esportazioni per centinaia di milioni di euro l’anno».

La conferma è arrivata anche dall’assessore allo Sviluppo economico Alessandro Delli Noci: «Stiamo facendo conoscere la Puglia e le sue potenzialità, con l’obiettivo di realizzare un vero e proprio polo aerospaziale attorno all’aeroporto di Grottaglie, lo spazioporto pugliese, unico in Italia, che si candida a diventare l’hub europeo di riferimento per i sistemi di trasporto spaziale riutilizzabili».

Nel 2019 le esportazioni pugliesi nel settore aerospaziale hanno superato il valore di 737,9 milioni di euro, incidendo sulla formazione del risultato nazionale per l’11,9% (nel 2009 il valore incideva sul totale nazionale per meno del 5%). Rispetto al 2018 l’export pugliese del 2019 è in crescita del 31,8%, a livello nazionale la crescita è stata del 7,6%. Nel 2020, nonostante la pandemia, la Puglia ha esportato aeromobili, veicoli spaziali e relativi dispositivi per 541,266 milioni di euro. Nei primi 6 mesi del 2021, il fatturato export pugliese ha superato i 194 milioni di euro.

«Tutto questo – ha aggiunto Delli Noci – rende il settore aerospaziale centrale per le dinamiche di sviluppo economico e sociale della Puglia che in questi anni ha sostenuto la ricerca e investito in questo settore ingenti risorse provenienti in gran parte da fondi strutturali europei, investimenti che, nelle ultime due programmazioni, hanno raggiunto un valore totale di 400 milioni di euro, di cui oltre 217 milioni nell’ultima programmazione.

Il rettore del Politecnico di Bari Francesco Cupertino: «Siamo qui a Dubai insieme: istituzioni, rappresentanti delle aziende, sistema della formazione universitaria, convinti di dover mirare a obiettivi condivisi e creando le condizioni per realizzarli. I modelli delle collaborazioni pubblico-privato che abbiamo sperimentato in Puglia possono permetterci di puntare a nuovi orizzonti di livello internazionale. Siamo qui per far vedere cosa abbiamo saputo fare, per trovare nuove sinergie e guardare al futuro di una regione sempre più aerospaziale, universitaria e internazionale». Nel pomeriggio di sabato il trasferimento al World Trade Center Dubai, sede della Fiera Gitex Future Stars: un salone dedicato alla valorizzazione di startup tecnologiche, incubatori ed acceleratori internazionali.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA