X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

SAN SEVERO (FOGGIA) – Un ragazzino di 12 anni affetto da autismo e il fratellino di 11 sono stati aggrediti lo scorso 24 agosto in pieno centro urbano a San Severo, dove abitano, da un “branco” di quattro o cinque adolescenti poco più grandi, forse di 13-14 anni.

Lo si apprende oggi dall’amministrazione comunale, che fa sapere come domani il sindaco Francesco Miglio intenda incontrare il padre dei due ragazzini.

«I miei due figli erano in bicicletta – racconta il padre del ragazzino autistico – e improvvisamente sono stati accerchiati da questo gruppo di bulli a bordo di monopattini, che hanno aggredito a schiaffi i miei figli. Al più piccolo hanno anche rotto gli occhiali. Non contenti – aggiunge – hanno poi distrutto le loro biciclette».

Il giorno seguente l’uomo è andato in commissariato a sporgere denuncia. «Nessuno li ha aiutati – incalza il genitore – nonostante l’aggressione sia avvenuta in pieno centro».

Il più piccolo dei due è stato medicato e ha riportato una prognosi di 5 giorni, mentre «mio figlio autistico – aggiunge il padre – ora è terrorizzato. Urla di notte e ha paura a uscire e ad andare in giro. Siamo molto preoccupati».

Pare da indiscrezioni che la scena sia stata ripresa dalle telecamere di sicurezza della zona. «È terribile quanto accaduto – conclude il padre dei due ragazzini aggrediti – e che i più forti picchino i più deboli, incapaci di difendersi».

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA