X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

L’AQUILA (ITALPRESS) – Abruzzo nella morsa del fuoco. Notte di paura a L’Aquila a causa degli incendi che da giorni divampano nei pressi del capoluogo abruzzese. Nonostante il lavoro dei vigili del fuoco, le fiamme – di origine dolosa e ora alimentate dal vento – sono avanzate fino al centro abitato, costringendo la gente a scendere in strada. Il forte fumo ha invaso la città. Dalle 6.30 sono ripresi i lanci dei canadair.
“Di due fronti, ne rimane sostanzialmente solo uno. Nella frazione di Arischia è sotto controllo, seppure non del tutto domato – afferma su Facebook il sindaco, Pierluigi Biondi -. Nei quartieri di Cansatessa e Pettino, invece, il quadro è più serio e ha generato apprensione tra i cittadini: molti sono scesi in strada nel corso di questa notte e di ieri”. “Per ora non sono state disposte evacuazioni, ma abbiamo comunque individuato strutture ed alloggi alternativi per l’ospitalità”, sottolinea.
Per un incendio divampato nei pressi della sede ferroviaria il traffico fra Vasto San Salvo e Montenero, sulla linea Pescara-Termoli, è stato sospeso dalle 3.45 alle 7.40. Adesso, fa sapere Ferrovie, la circolazione è ripresa e sta tornando gradualmente alla normalità.
Inoltre, sulla A14 Bologna-Taranto, è stato temporaneamente chiuso il tratto compreso tra Vasto Nord e Vasto Sud in entrambe le direzioni a causa di un rogo in area limitrofa all’autostrada,
all’altezza del km 456.
(ITALPRESS).

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares