Tempo di lettura < 1 minuto

Nelle prossime ore il caldo afoso degli ultimi giorni sarà solo un ricordo. Infatti correnti relativamente più fresche in discesa dall’adriatico contribuiranno al rimescolamento dell’aria con conseguente diminuzione sia dei valori delle temperature, che si riporteranno nella media del periodo, ma soprattutto del tasso di umidità causa di maggior disagio fisiologico.

Il contrasto tra aria più temperata in arrivo ed aria più calda preesistente al suolo, per l’eccessivo calore accumulato nei giorni scorsi, sarà causa, nella giornata di venerdì, di sviluppo di imponenti celle temporalesche a cui saranno associate precipitazioni, soprattutto nelle zone interne montane e pedemontane, che localmente potranno essere di forte intensità e con presenza anche di grandine.

Il sabato registrerà un miglioramento generale con occasione ancora di qualche temporale lungo la fascia appenninica.

Da domenica l’afa ci avrà abbandonato ma, grazie all’espansione da ovest dell’anticiclone delle Azzorre, l’estate proseguirà regalandoci ancora una settimana di tempo stabile e soleggiato con temperature nella media del periodo e minor tasso di umidità. Ventilazione debole, prevalentemente dai quadranti settentrionali, a carattere di brezza lungo le coste.

Il moto ondoso del mare si porterà da poco mosso a quasi calmo nel corso della settimana.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •