Tempo di lettura < 1 minuto

VIBO VALENTIA – Il Tribunale in composizione collegiale ha condannato il 24enne Giacinto De Marco, di Soriano Calabro alla pena di tre anni di reclusione. Il giovane, difeso dall’avvocato Francesco Muzzopappa, era accusato di detenzione e cessione di un fucile marca Franchi. Le indagini che hanno portato al suo arresto e a quello di un’altra persona, Giovanni Emmanuele la cui posizione era stata stralciata, erano nate a seguito dell’omicidio di Nicola Rimedio avvenuto il 2 giugno dello scorso anno nel corso della faida delle Preserre. Le intercettazioni avevano consentito di acclarare i reati per i quali il pm Michele Sirgiovanni, che aveva chiesto la condanna a 4 anni e sei mesi, aveva proceduto nei confronti del giovane il quale, su richiesta del suo legale che aveva invocato l’assoluzione, ha potuto beneficiare delle attenuanti generiche.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •