Tempo di lettura < 1 minuto

Numerose armi ed un rudimentale ordigno esplosivo sono stati scoperti nel corso di distinte perquisizioni compiute dai carabinieri in provincia di Reggio Calabria. A Marina di Gioiosa Jonica i carabinieri hanno effettuato una perquisizione nell’abitazione di B.A., di 36 anni, dove sono stati trovati una pistola con matricola cancellata, 18 proiettili ed 8 timbri di vari enti sanitari falsificati. Il trentaseienne è stato denunciato.
In un casolare abbandonato di Sinopoli invece, i carabinieri hanno trovato un rudimentale ordigno composto da 870 grammi di polvere pirica con miccia a lenta combustione, 4 cartucce calibro 7.62 e 2 cartucce calibro 12. In altri due casolari sempre a Sinopoli sono stati trovati una pistola semiautomatica calibro 9 parabellum e 14 cartucce; una carabina calibro 22 con silenziatore e ottica di precisione; un fucile; una carabina winchester; 9 cartucce di diverso calibro e 201 piantine di canapa indiana.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •