Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 Minuti

POTENZA – Le “prospettive” e “alcuni temi cruciali” della mobilità ferroviaria in Basilicata sono stati esaminati dall’assessore alle infrastrutture della Regione Basilicata, Aldo Berlinguer, in un incontro con l’amministratore delegato di Trenitalia, Vinvenceo Soprano.

Una “particolare attenzione” – è spiegato in un comunicato dell’ufficio stampa della Giunta lucana – è stata dedicata ai collegamenti IC Roma -Potenza/Taranto: 4 Intercity (700/701 e 702/707) inseriti, nel Contratto di Servizio con lo Stato. Trenitalia “ha riconosciuto le difficoltà inerenti a puntualità e regolarità, registrate negli ultimi mesi; ne ha individuate le principali ragioni tecniche ed è già intervenuta, al proprio interno, per trovare adeguate soluzioni. A testimonianza di ciò il ritardo medio di 20 minuti, registrato dai 4 Intercity negli ultimi mesi del 2013, si è più che dimezzato (8/10 minuti) in questi primi mesi del 2014. Permangono alcuni problemi sull’IC 702 Potenza -Roma, su cui sono stati avviati ulteriori interventi di miglioramento”.

Nel corso dell’incontro “Trenitalia ha confermato la consegna alla Basilicata, per febbraio – marzo 2015, di tre nuove automotrici diesel, parte di una recente commessa assegnata da Trenitalia, a seguito di gara europea, alla società Pesa. Le automotrici, di ultima generazione, capaci di trasportare fino a 300 persone (sedute e in piedi), consentiranno di migliorare gli standard di comfort, puntualità e regolarità del servizio ferroviario regionale. Sempre su questo fronte, oggetto di specifico Contratto di Servizio tra Regione Basilicata e Trenitalia, si è convenuto di sottoporre a un’attenta revisione l’offerta dei servizi in ambito metropolitano intorno a Potenza, così da migliorarne l’efficacia e renderli più confacenti alle esigenze degli utenti. L’incontro, cordiale, franco, e orientato al massimo pragmatismo – è scritto nella nota – si è chiuso con la reciproca promessa di monitorare con attenzione le questioni sotto esame per aggiornare, al bisogno, valutazioni e interventi”. (ANSA)

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •