Tempo di lettura < 1 minuto

ROMA – Le società Barletta (che però nel frattempo non si è iscritta alla Lega Pro), Brindisi, Torres e Vigor Lamezia sono state deferite dalla procura Figc per responsabilità diretta, nell’ambito dell’inchiesta “Dirty Soccer”, filone di Catanzaro del Calcioscommesse.

Deferiti anche l’allora presidente del Brindisi Antonio Flora e il vice Giorgio Flora, il presidente della Torres, Domenico Capitani, quello della Vigor Lamezia, Claudio Arpaia e quello del Barletta, Giuseppe Perpignano. Tra i deferiti Antonio Ciccarone (Turris Neapolis), Savino Daleno e Vito Morisco (Brindisi), William Carotenuto (San Severo), Salvatore Astarita (Akragas), Emanuele Marzocchi (Puteolana 1902), Ercole Di Nicola (Aquila), Vincenzo Nucifora (Torres 1903), Francesco Massimo Costantino (Torres 1903), Felice Bellini e Fabrizio Maglia (Vigor Lamezia), Salvatore Casapulla, Luigi Condò e Ninni Corda (Barletta), Fabio Di Lauro, Giuseppe Sampino.

Gli altri club che dovranno rispondere di varie responsabilità sono Turris Neapolis, San Severo, Akragas Cittàdeitempli, Puteolana 1902 Internapoli, Pisa 1909, Paganese Calcio 1926, L’Aquila Calcio 1927.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •