Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto

Il giudice ha anche inflitto altri tre anni di libertà vigilata, accogliendo in pieno le richieste della procura

COSENZA – E’ stato condannato a dieci anni di reclusione, più tre di libertà vigilata, Giuseppe Franco, militare della marina di origine calabrese accusato di aver stuprato una ragazzina di 16 anni, nella notte tra il 29 e il 30 giugno, in un prato nei pressi di piazzale Clodio a Roma. Lo ha deciso il gup Simonetta D’Alessandro accogliendo in pieno la richiesta della Procura.

Secondo quanto accertato dagli inquirenti, il militare originario della provincia di Cosenza si sarebbe avvicinato ad un gruppo di ragazzine ferme alla fermata dell’autobus esibendo un tesserino per accreditarsi come rappresentante delle forze dell’ordine.

Con una pretesto è riuscito a persuadere una di loro a lasciare le sue amiche e dopo averla condotta in un prato a poca distanza dal Casale Strozzi, nella zona di piazzale Clodio, ha abusato di lei.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •