Tempo di lettura < 1 minuto

COSENZA – Qualche bicchiere di troppo e poi dalle parole si è passati improvvisamente ai fatti. Nel corso della lite è spuntata anche una pistola, ed un uomo è stato accompagnato all’ospedale civile dell’Annunziata con una profonda ferita da arma da fuoco.
E’ successo ieri sera dopo le 23 a Figline, piccolo paese del Savuto cosentino. I protagonisti sono un gruppo di rumeni che si sono trovati presso l’abitazione di uno di loro per passare insieme la domenica all’insegna dell’alcol. Qualcosa è andato storto e i rumeni hanno iniziato a litigare fra loro. Poi l’esplosione dei colpi di fucile che per fortuna non hanno attinto parti vitali. Il ferito è stato accompagnato in ospedale dove pare che non sia in pericolo di vita.

Al termine delle attività investigative, i Carabinieri della Compagnia di Rogliano hanno arrestato un romeno di 26 anni, Costantin Pavel, accusato di tentato omicidio. Il giovane, a seguito di una lite, ha sparato ad un connazionale con un fucile, ferendolo alla testa. Poi ha tentato di fuggire, ma è stato bloccato dai militari.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •