Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto

I due si erano fatti consegnare i soldi sotto la minaccia di incendiare i locali dell’azienda

SAN PIETRO IN GUARANO (CS) – I carabinieri di San Pietro in Guarano hanno tratto in arresto due cittadini egiziani accusati di estorsione.

Si tratta di Sourour Badr Shalby Mohamed, 47 anni, già noto alle forze dell’ordine, e Soliman Mohamed Samir Shebl Abdelwahab, 21 anni. I due, che sono stati rintracciati presso l’abitazione del primo nella frazione di Padula, avrebbero estorto ad un imprenditore di Cosenza, che ha una ditta in contrada Bonifica, a San Pietro in Guarano, la somma di 500 euro, che l’uomo gli avrebbe consegnato a seguito di una telefonata minatoria in cui i due prospettavano l’incendio dei locali dell’azienda in caso di mancato pagamento.

Il quarantasettenne ha anche opposto resistenza all’arresto, al punto che sono dovuti intervenire i vigili del fuoco per sfondare la porta dell’abitazione. I due egiziani sono stati portati nel carcere di Cosenza.

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •