Tempo di lettura < 1 minuto

CATANZARO – Personale della squadra Volante di Catanzaro ha rinvenuto circa 200 chilogrammi di materiale esplodente che era stato nascosto nel vano ascensore di uno stabile, nel quartiere Santa Maria di Catanzaro.

Durante alcuni controlli del territorio, la polizia ha scoperto che in uno stabile di viale Isonzo, occupato in gran parte dalla comunità rom che vive in questa area, l’ascensore era stato disattivato e la cabina era stata bloccata al terzo piano con all’interno alcune scatole. I successivi controlli hanno permesso di appurare che l’ascensore era disattivato da diverso tempo, mentre nelle scatole era contenuto materiale esplosivo e artifizi pirotecnici.

Il Nucleo artificieri della Questura di Catanzaro è così intervenuto per mettere in sicurezza l’area, quindi, ha verificato che nelle scatole ammassate c’erano, tra l’altro, numerose batterie di fuochi d’artificio e bombe carta da mortaio pirotecnico calibro 80, oltre ad altri manufatti esplosivi di fabbricazione artigianale, privi di etichetta di omologazione di riconoscimento ministeriale.

Complessivamente sono stati sequestrati circa 200 chilogrammi di esplosivo con una notevole capacità di massa attiva esplodente. Sono in corso ulteriori indagini per risalire a chi abbia potuto ammassare il matetriale in una maniera pericolosa per l’intero stabile.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •