Tempo di lettura 2 Minuti

CROTONE – Un’applicazione intelligente che riesce ad attivare il pronto intervento stradale a distanza di pochi secondi dall’incidente: un meccanismo efficace, già testato a livello nazionale. Si è parlato anche di questo durante Forum Giovani sulla Sicurezza Stradale che è svolto ieri a Crotone con al partecipazione del Ministero dei Trasporti, della Polizia di Stato e delle istituzioni e di privati. 

Un’ area attrezzata organizzata presso l’Hotel Villaggio Casarossa destinata ad attività di simulazioni auto e moto, percorso ciclabile, lezioni di educazione stradale su “Pullman Azzurro della Polizia Stradale” e ad un Presidio mobile avanzato del Ministero dei Trasporti “Sulla Buona Strada”. L’App consente anche la registrazione dei dati da incidente, utili a ricostruire l’accaduto, e la possibilità di elaborazione del profilo guida dell’utente, che permettono la ricostruzione della sua storia. Inoltre l’operatore specializzato intervenuto “fotografa” l’incidente attraverso dispositivi di ultima generazione, (palmari, tablet, etc), e trasferisce subito i dati alle compagnie interessate. In tal modo risulta facilitato il pagamento degli eventuali danni subiti, con un considerevole risparmio di tempo e con una modalità molto più agevole per l’assicurato. 
“Una volta attivata, l’App registra fino a quando l’utente non ne decida l’arresto – spiega Angelo Cacciotti, direttore generale di sicurezza e Ambiente Spa –. E’ stata infatti sviluppata in modo da garantirne la funzionalità in modalità sempre accesa: l’utente effettua chiamate, invia messaggi, utilizza altre applicazioni, inserisce lo stand by, ma l’App continua a registrare”. L’applicazione, infatti, consente la registrazione di tutti i dati utili a ricostruire la dinamica dell’incidente, offrendo anche la possibilità di elaborare il profilo guida dell’assicurato. A lungo termine l’applicazione potrebbe consentire una riduzione degli incidenti causati da insidie stradali: il corretto ripristino della sicurezza e della viabilità consente la rapida ripresa della circolazione stradale, limitando i disagi e gli ulteriori danni conseguenti al verificarsi di incidenti stradali.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •