Tempo di lettura 2 Minuti

Un grave incidente stradale verificatosi sulla provinciale che da San Costantino Calabri porta a Francica, nel Vibonese, ha causato la morte di due giovani minori, Antonio Tomeo di 16 anni, morto sul colpo, e Rocco Sconda di 15 anni, deceduto durante il trasporto in ospedale. A bordo dell’autovettura guidata dal diciottenne Domenico Grasso erano, però, in cinque, oltre al guidatore e ai due giovani deceduti vi erano anche A. S., 17 anni, in questo momento in gravi condizioni a causa di numerosi politraumi riscontrati in tutto il corpo con particolare evidenza nella sezione toracica.
Il quinto passeggero, rimasto anch’egli ferito anche se sembrerebbe in modo meno grave, è il quindicenne G. C.. Secondo quanto è stato possibile ricostruire nell’immediato, ma la dinamica dell’incidente e ancora al vaglio dei carabinieri intervenuti sul posto assieme a tre ambulanze del 118 (due da Vibo Valentia e una da Tropea) e ai Vigili del Fuoco, i cinque, tutti originari e residenti a San Costantino, a bordo della loro autovettura, una Opel Astra station wagon, stavano spostandosi verso Francica quando intorno alle 20 per un motivo che ancora è in corso di accertamento il guidatore avrebbe perso il controllo del veicolo scontrandosi a velocità sostenuta con un muretto posto all’esterno della carreggiata in prossimità di una officina posta fuori dal centro abitato, qui, l’autovettura si sarebbe capovolta. L’impatto, come è possibile desumere dai resti del veicolo e anche da alcune riprese video che al momento sarebbero al vaglio degli organi inquirenti, è stato devastante causando la morte sul colpo di Antonio Tomeo e il ferimento gravissimo di Rocco Sconda e A. S. e meno grave ma comunque rilevante di G. C. e Domenico Grasso.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •