Il neo procuratore capo Pierpaolo Bruni

Tempo di lettura < 1 minuto

IL PLENUM del Consiglio superiore della magistratura ha ratificato, all’unanimità, la proposta di nominare Pierpaolo Bruni alla guida della Procura di Paola. La proposta era stata avanzata lo scorso 6 marzo dalla Quinta Commissione del Csm, anche in quel caso con un voto unanime (LEGGI LE PROPOSTE). La stessa commissione aveva anche avanzato la proposta di nominare Salvatore Curcio a capo della Procura della Repubblica di Lamezia Terme.

La decisione del plenum è il passaggio finale per Bruni che si insedierà a breve alla Procura di Paola. In servizio dal 2010 alla Procura catanzarese, Bruni è da sempre impegnato alla criminalità organizzata calabrese. Un ruolo di prestigio che premia lunghi anni di grandi inchieste. Bruni è stato più volte oggetto di intimidazioni. Bruni era alla Direzione distrettuale antimafia dal 2010 proveniente da Crotone, mentre ora subentra a Paola a Bruno Giordano, nominato procuratore a Vibo Valentia. 

Nel corso della stessa seduta il plenum del Csm ha nominato Beniamino Calabrese, attuale Procuratore della Repubblica dei minorenni di Catanzaro, Avvocato generale dello Stato, sempre nel capoluogo calabrese.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •