Tempo di lettura < 1 minuto

COSENZA – Un volo nel vuoto, poi lo schianto. E nonostante i soccorsi, per un operaio del cosentino non c’è stato nulla da fare. E’ morto poco dopo essere arrivato in ospedale. 

Le sue condizioni erano apparse subito gravissime. L’incidente sul lavoro è avvenuto nel pomeriggio a Pedace, paese della Presila a pochi chilometri da Cosenza. Secondo una prima ricostruzione sarebbe precipitato da un’impalcatura per cause ancora da accertare. Sul posto è intervenuto l’elisoccorso che lo ha trasferito all’ospedale di Cosenza, dove hanno cercato inutilmente di salvargli la vita.

La vittima si chiama Adolfo Piluso, aveva 66 anni e viveva a Serra Pedace, comune adiacente a quello nel quale si è consumata la tragedia. Secondo le prime verifiche al momento dell’incidente si trovava da solo. E’ caduto da un’altezza di circa 3 metri.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •