Tempo di lettura 2 Minuti

POTENZA – Quello dei martiri briganti è un refrain nei commenti sui social network. Donato Ramunno, sabato sera, aveva affidato a fb un commento quasi in tempo reale: «Omm’n s’ nasc’ e br’gant s’ muor…». Enzo Fierro (We Love Potenza) ricorda un episodio della sfilata di S. Gerardo («Arrivó in cima a dare fuoco alla Iaccara, in strada i portatori ritmavano il suo nome in un giubilo festante. Fiamma arderà in sua imperitura memoria») e si chiede «Ma si può fare uno spettacolo con armi vere? Qui stiamo perdendo i lumi. #tragediaevitabile».
Il profilo di Gianfredi si riempie di messaggi in poche ore. Gennaro: «Donato soldato vero delle Due Sicilie, Donato brigante vero… Non e’ possibile…». E poi Capo Di Lupo: «Ciccilla ti abbraccia… da brigante a brigante… Agostino… il cuore dei rievocatori piange… Evviva ‘o re». Terrae Laboris riporta il ricordo della Colonna Briganti 1^ Dragoni, mentre da tutta Italia il cordoglio viaggia su facebook. Da Spoltore nel Pescararese (dove i Comitati delle Due Sicilie hanno interrotto le celebrazioni per i 2 anni di attività in segno di rispetto) fino a Capurso.
Il Gruppo Storico Gioacchino Murat proprio due giorni fa aveva pubblicato una foto in attesa della rievocazione della fucilazione di Gioacchino Murat l’11 ottobre 2015 a Pizzo: nello scatto anche Donato Gianfredi. Sulla pagina del gruppo facebook dell’Associazione Milites Luci – Battaglione Tiragliatori della Guardia Reale (1856-1861) cui le due vittime aderivano, il saluto del Gruppo storico “Gioacchino Murat” di Pizzo che si dice «addolorato e affranto nell’apprendere la notizia della perdita dei due cari amici rievocatori Agostino e Donato, con i quali si è condiviso dei bellissimi momenti rievocativi».
Poco sotto, per commentare un primo piano di Donato nella foto in uniforme storica, Rosella ricorda: «A Montecilfone avete emozionato senza precedenti… ora l’incredulità per quanto accaduto lascia sgomenti ! R.i.P.»; Rocco piange «una passione che uno si porta dentro e di cui fa uno stile di vita» e Adriano aggiunge: «Siete nell’Empireo della Gloria. Che la Beata Maria Cristina vi accolga e vi porti al Padre». Maria Cristina è la moglie di Ferdinando II e madre di Francesco II, ultimo re del Regno delle Due Sicilie. Perché a volte è possibile “politicizzare” anche i santi, purtroppo. (euf)

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •