X

Tempo di lettura 2 Minuti

GRUMENTO NOVA – VIGGIANO – Vertenza Vibac, i dieci Primi cittadini dell’Alta Val d’Agri si fanno promotori di interventi volti all’uso di fonti energetiche che siano in grado di contribuire ad abbattere i costi di produzione.
I Sindaci dei Comuni di Grumento Nova, Viggiano, Spinoso, Sarconi, Montemurro, Marsicovetere, Tramutola, Marsiconuovo, Moliterno e Paterno hanno partecipato in questi giorni agli incontri promossi dai lavoratori della Vibac di Grumento Nova, condividendone lo stato di profondo disagio venutosi a creare per la crisi sempre più incalzante che ha caratterizzato il loro stabilimento, con la messa in mobilità delle maestranze e sancendo di fatto la crisi di tutto l’indotto. «Venerdì scorso – spiegano gli amministratori in una nota stampa – in occasione della celebrazione officiata da Monsignor Agostino Superbo, si è tenuta una riunione con le Rsu aziendali per definire una linea comune da intraprendere per uscire dalla situazione di stallo verificatesi.
I sindaci hanno deciso di farsi promotori di una iniziativa che possa, nel medio periodo, attraverso l’Assessorato alle Attività Produttive della Regione Basilicata, realizzare interventi volti all’uso di fonti energetiche che siano in grado di contribuire ad abbattere i costi di produzione.
Chiedono ovviamente – conclude la nota – alla dirigenza dello Stabilimento Vibac la partecipazione attiva al tavolo, anche perché fino ad oggi, nulla è trapelato circa le vere intenzioni della Società ad intraprendere iniziative alternative alla sola “mobilità dei propri lavoratori”».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares